Sestri: premio “Carlo Bo-Giovanni Descalzo”, i vincitori - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Concorso letterario

Sestri: premio “Carlo Bo-Giovanni Descalzo”, i vincitori

La cerimonia domenica 12 settembre alle 17 presso la Sala Agave del Complesso dell’Annunziata

Sestri carlo Bo

Dalla segreteria del concorso

Concorso letterario “Carlo Bo-Giovanni Descalzo”

Città di Sestri Levante – Anno  2021

La Giuria del Premio è costituita da Massimo Bacigalupo (Presidente) e, in ordine alfabetico, Danila Boggiano, Francesco Brunetti, Francesco De Nicola, Ivan Fedeli, Valentina Ghio, Caterina Lerici, Danila Olivieri, Andrea Rossi, Francesco Dario Rossi.

Sezione A – Poesia inedita

1° classificato: Carmelo CONSOLI di Firenze

2° classificato: Giovanni BOTTARO di Pisa

3° classificata: Giulia MIRANDOLA di Rovereto (TN)

Sezione B – Raccolta di versi inedita

1° classificato: Roberto ROMANATO di Vicenza

2° classificato: Alfredo PANETTA di Trezzano sul Naviglio (MI)

3° classificato: Gianfranco ISETTA di Castelnuovo (AL)

Sezione C1 – Racconto a tema libero

1° classificato: Nino DURANTE di GE-PRA’

2° classificato: Emanuele RIZZI di Frabosa Sottana (CN)

3° classificato: Sergio SINESI di Cesate (MI)

Sezione C2 – Romanzo

1° classificata: Irene SCHIAVETTA di Savona

2° classificata: Marinella GAGLIARDI SANTI di Rapallo (GE)

3° classificata: Nella VULCANO di Roma

Sezione D – Saggio critico-letterario sulla poesia del Novecento

1° classificata: Francesca SENSINI di Nizza (Francia) a cui va la

TARGA “Carlo BO” per il saggio “Pascoli maledetto”

2° classificato con menzione speciale: Paolo ZOBOLI di Mercallo (Varese)

3° classificata ex aequo con menzione speciale: Anna Maria TAMBURINI di Rimini

3° classificata ex aequo con menzione speciale: Giuliana BENDELLI di Piacenza

Sezione E – Poesia edita o inedita nelle parlate dialettali liguri

1° classificata ex aequo: Maria Pia VIALE di Vallebona (IM)

1° classificato ex aequo: Antonello RIVANO di Carloforte (CA)

2° classificato: Giampiero TRENTINI residente in Australia

3° classificato: Pietro COSTANTINI di Genova

4° classificato: Marco CARBONE di Né

Sezione F – Poesia inedita giovani

1° classificata: Melissa STORCHI di Bibbiano (RE)

2° classificata: Ginevra PUCCETTI di Porcari (LU)

3° classificata: Rachele FUGGETTA di Sestri Levante (GE)

Oltre ai premi in denaro, targhe, diplomi, medaglie, saranno assegnati due premi di particolare prestigio:

– Targa Giovanni DESCALZO

assegnata dal Circolo Letterario “Nuova Pen(n)isola San Marco”

alla carriera al poeta Manrico MURZI di Genova

– Targa Carlo BO assegnata alla vincitrice della sezione D (Saggio critico-letterario sulla poesia del Novecento), la già citata Francesca SENSINI

Carlo Bo

Cerimonia di Premiazione

Domenica 12 settembre 2021, alle ore 17, presso la Sala Agave del Complesso dell’Annunziata di Mediaterraneo Servizi (Loc. Portobello nella Baia del Silenzio).

Madrina della manifestazione è la dott.ssa Marzia Dentone, archeologa e conservatrice del MuSel – Museo archeologico e della Città di Sestri Levante.

La premiazione è inserita nelle celebrazioni del ventennale della scomparsa del sen. Prof. Carlo Bo, promosse dal Comune di Sestri Levante in collaborazione con l’Università di Urbino e La Fondazione Carlo e Marise Bo. Infatti Venerdì 10 settembre alle ore 17 verrà inaugurata nel Palazzo Comunale di Sestri Levante una importante mostra in due sezioni: una che ricorda il Prof. Carlo Bo Magnifico Rettore a Urbino e l’altra il Carlo Bo nella “sua” amata Sestri dove era nato e spesso ritornava.

NB:  La premiazione della categoria giovani in cui sono rappresentati soprattutto gli studenti della Scuola Media Descalzo di Sestri Levante avverrà in una cerimonia a parte per motivi legati alla difficoltà di applicare le norme AntiCovid  in questa categoria (ragazzi, insegnanti e accompagnatori).

Per finire ecco un breve ricordo del Prof. Carlo Bo da parte del Prof. Francesco Dario Rossi, poeta e saggista e componente della Giuria del Premio.

Il sen. prof. Carlo Bo, come critico letterario, è sempre stato coerente ai princìpi da lui espressi nei saggi “Letteratura come vita” e ”Sulla lettura”. Ha sempre cercato nelle opere la corrispondenza con le esperienze di vita e di pensiero degli autori, non apprezzando l’engagement e il divertissement di molti testi, anche famosi.

Ha sempre ritenuto fondamentale per il critico leggere più volte e approfondire i testi da valutare, prima di scrivere recensioni erudite, pompose o dissacranti, pubblicate soprattutto per mettere in mostra sé stessi. Giustamente detestava il narcisismo, da cui era agli antipodi, per carattere e serietà.

Il Prof. Carlo Bo, uomo, era riservato, di poche parole, mai sopra le righe. Ma sempre molto attento, disponibile e cortese.

Ho un ricordo personale molto significativo. Nel 1988 avevo scritto le mie prime poesie e desideravo avere una conferma autorevole, prima di continuare. Gli ho telefonato al suo numero di casa di Sestri Levante (non vi erano ancora i cellulari) e mi ha ricevuto la mattina seguente, senza avermi mai conosciuto di persona. Ha letto i miei versi e mi ha incoraggiato a continuare a scrivere. Abbiamo conversato un po’ e, al momento di congedarmi, mi ha accompagnato fino alla rampa di scala che dal suo appartamento scende in Via XX Settembre, raccomandandomi di stare attento a non cadere. Sono ritornato da lui nel 1989 e mi ha accolto con la stessa gentilezza. Ha anche accettato che citassi il suo nome come garanzia e presentazione per diventare socio dell’Associazione culturale “L’Agave”di Chiavari, fondata e allora diretta dal poeta Italo Rossi.

 

Più informazioni