Levanto-Brugnato: “Lungo le antiche percorrenze di pellegrini e mercanti”

Da Silvano Zaccone, presidente del Consorzio “Il Cigno”, riceviamo e pubblichiamo

Il progetto “Da Levanto a Brugnato lungo le antiche percorrenze di pellegrini e mercanti” promosso nella primavera del 2020 dal Consorzio “Il Cigno” è risultato fra quelli finanziati dalla Fondazione Compagnia di San Paolo di Torino nell’ambito del bando “Luoghi della Cultura 2020”. La Fondazione è il maggior sostenitore del progetto che vede come partner i Comuni di Levanto, Borghetto di Vara e Brugnato, la Parrocchia di San Siro di Montale di Levanto e il Club Alpino Italiano – Sezione della Spezia.

L’idea si sviluppa nel mezzo della crisi causata dal Covid 19, grazie al confronto fra Parrocchia di Montale e Consorzio “Il Cigno” nell’intento di valorizzare sotto il profilo culturale e turistico la pieve di San Siro, dopo i complessi lavori di restauro operati pochi anni orsono grazie al contributo della parrocchia stessa, della Diocesi, della CEI e della Fondazione Compagnia di San Paolo che anche in questa occasione ha fornito un apporto determinante alla rinascita della chiesa.   

La pieve, una delle trentacinque della antica Diocesi di Luni, risale probabilmente all’XI secolo: del complesso religioso fa parte, oltre al campanile in origine torre di avvistamento, l’oratorio cinquecentesco della Santa Croce, sede della storica Confraternita, che al di sopra del portale d’ingresso reca l’effigie del Volto Santo di Lucca, cara al mondo dei mercanti e pellegrini medievali.

Questo motivo, richiamante i grandi viaggi legati agli itinerari della Cristianità, ci riporta al secondo aspetto toccato dal progetto relativo al recupero della viabilità medioevale nata attorno al porto canale di Levanto, creato dalla Repubblica di Genova nel corso del XIII secolo.

Nasce così l’idea di ridare un’anima alla viabilità medioevale ricostruendo, grazie alla ricca documentazione prodotta dal professor Tiziano Mannoni con la collaborazione dell’Iscum di Genova uno di quei percorsi, il più importante che aveva come fulcro la pieve di San Siro a Montale, la chiesa madre dell’intera valle, ultimo avamposto della Diocesi di Luni verso il Genovesato. Le amministrazioni comunali di Levanto, Borghetto di Vara e Brugnato hanno fornito grande disponibilità affinché il progetto prendesse forma e contenuto mentre la sezione spezzina del Cai con la sua Sottosezione Val di Vara e Riviera ha fornito l’indispensabile contributo tecnico frutto della esperienza di anni sul campo. Grazie ai soci Pietro Andreani e Luca Galuppini è stato pazientemente ricostruito il percorso di crinale che partendo da Levanto, attraverso la pieve, portava alla foce di Bardellone e da qui a Cassana, Borghetto di Vara e Brugnato per proseguire in direzione di Pontremoli.

L’antica percorrenza conosciuta come Via dei Monti o de Pontremolo, dalla località di destinazione finale del cammino medioevale, è descritta insieme alle vicende che hanno interessato la comunità di Montale, l’antica Ceula romana, all’interno dell’Oratorio della Santa Croce dove saranno ospitati alcuni pannelli didattici, una sorta di “Luogo della Memoria” come è stato chiamato nel progetto.

Solo così il passato potrà tornare ad essere presente grazie ai moderni pellegrini e a quanti vorranno calpestare un percorso ricco di storia e curiosità in un’ottica di valorizzazione culturale e turistica della pieve e più in generale dei borghi e luoghi attraversati, dove mare e montagna sembrano come d’incanto toccarsi fra natura e storia a Bardellone, luogo di passaggio delle antiche popolazioni liguri e poi dei corrieri della Repubblica di Genova, centro del potere dei signori di Celasco che qui controllavano le vie commerciali.

Nel ricordo, intendiamo sottolinearlo come Consorzio “Il Cigno”, del professor Tiziano Mannoni a dieci anni dalla scomparsa e con rispettosa riconoscenza nei riguardi degli studiosi di Levanto che hanno tenuto nel corso degli anni viva la memoria storica del territorio.

Veduta di Montale con la pieve di San Siro
Facciata della pieve di Montale con il campanile (proprietà parrocchia di San Siro di Montale )