Rapallo: l’incanto di “Lallo e la ricerca della Tavola di Natale perduta”

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Chiudete gli occhi e immaginate di trovarvi all’improvviso in un posto incantato. Siete a Rapallo, dove il Castello Parlante vi introduce in una storia fantastica: purtroppo c’è il rischio che quest’anno non si trovi più la Tavola di Natale. Non si trovano più gli ingredienti, Re Pansoto, Scià Farinata, Pinolo Pignolo, Pesto Modesto e i loro amici sono spariti. Venite,
bambini, e aiutate Lallo, il polpo di Rapallo, a ritrovarli. Andate al  MareBosco! Altrimenti sarà un Natale davvero triste.

E così partirete per l’avventura! Attraverserete la prima parte della passeggiata con i suoi alberi misteriosamente colorati. E attenzione! Proprio su questi alberi, ci sono i personaggi del MareBosco che vi osservano, birbanti che non sono altro.

Infine arrivate al MareBosco che ha preso possesso del Chiosco della Musica
trasformandolo in un posto leggendario, dove mare e bosco si incontrano, dove trovate i delfini stare insieme a funghi giganteschi, dove gli alberi crescono insieme alle stelle marine e dove, su tutti i palazzi della piazza, hanno preso alloggio pesci, orsi, gufi, meduse, cavallucci marini, pigne, alberi e arbusti, pigne, polpi e coralli.

E allora via all’avventura e in fretta! Natale si sta avvicinando e dobbiamo trovare tutti gli amici di Lallo! E’ proprio lui a comparire nel MareBosco e a guidare la ricerca. Non sarà facile. Sono tutti nascosti e non hanno voglia di farsi trovare. Stanno troppo bene nel MareBosco. Eppure uno a uno, con il vostro aiuto, Lallo li troverà fino a una grande e emozionante sorpresa finale! E così via!

E’ questo l’appello del Castello parlante, che dopo il successo dello scorso anno, torna a “parlare” per avviare grandi e piccini in un percorso fantastico che parte appunto dall’antico Castello e attraverserà parte della passeggiata, delineata dagli alberi luminosi (colorati come i sestieri di Rapallo, omaggio alla storia di questa straordinaria Città) fino ad arrivare al
Chiosco della Musica, anch’esso interattivo e tridimensionale che rappresenta la vera novità di quest’anno.

Grazie, grandi e piccini, avete salvato il Natale di tutti i bambini del mondo!


“Lallo e la ricerca della Tavola di Natale perduta” è una installazione che si articola dal Castello di Rapallo, estendendosi sulla passeggiata fino a raggiungere la piazza del Chiosco della Musica, trasformato nel MareBosco.

Popolato dagli “ingredienti smarriti”, che grandi e piccini dovranno cercare per aiutare Lallo a preparare la cena di Natale, il Marebosco è una grandiosa installazione tridimensionale caratterizzata dalla fusione di elementi tipici del bosco (alberi e funghi) con quelli dell’acqua (delfini e stelle marine).

Nel MareBosco i bambini scopriranno i prodotti ed ingredienti tipici della tradizione culinaria ligure che trasformati in simpatici personaggi come diventeranno una stimolante occasione di conoscenza delle pietanze tradizionali.

Un posto unico, onirico, fantastico che a Rapallo è diventato realtà grazie alla immaginazione e alle professionalità di un team capitanato dall’assessore al turismo Elisabetta Lai, che ha creato in modo del tutto originale una fiaba moderna costruita su misura per Rapallo: unica in Liguria ed in Italia.

“Lallo e la ricerca della Tavola di Natale perduta”, un grande “show sotto le stelle”, avrà luogo dalle 17.00 alle 22.00 dal 8 dicembre al 6 gennaio.
Non è prevista una inaugurazione, nel rispetto delle vigenti normative.

“Un progetto ambizioso, complesso e coraggioso poiché costruito nell’incertezza delle situazione pandemica, che non sarebbe stato possibile realizzare senza l’essenziale contributo dell’assessore al turismo Elisabetta Lai, che ha seguito passo dopo passo lo sviluppo del Natale in Città -dichiara il sindaco Carlo Bagnasco -Rapallo è uno dei pochi comuni che ha fortemente voluto regalare ai bambini, che nel corso di quest’anno sono stati privati di molti momenti spensierati, un Natale per quanto possibile normale”.

““Se lo puoi sognare, lo puoi fare” è questa la frase di Walt Disney che ha sempre ispirato il mio assessorato al turismo. Negli anni ho cercato di regalare momenti di spensieratezza alle persone dedicandomi in modo particolare al Natale e alla sua magica atmosfera, soprattutto per i più piccoli. La casa al mare di Babbo Natale ha accompagnato per 5 anni i sogni dei bambini che l’hanno visitata ma, quest’anno, viste le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria, abbiamo optato per un programma di intrattenimento all’aperto nel pieno rispetto delle normative di sicurezza anti contagio- dichiara l’assessore al turismo Elisabetta Lai – che prosegue “Un lavoro di squadra che ha coinvolto il consulente del comune di Rapallo Marco Poglian i, il consigliere delegato al verde urbano Maurizio Malerba, che desidero ringraziare sentitamente, insieme all’ufficio tecnico, all’ufficio cultura e turismo e all’ufficio stampa ed ai vari professionisti tra cui sceneggiatori, video maker, tecnici che hanno contribuito alla buona riuscita di questo “spettacolo” di Natale””.