Borzonasca: centro Anidra, accuse ridimensionate; due condanne a 40 mesi - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Primo grado

Borzonasca: centro Anidra, accuse ridimensionate; due condanne a 40 mesi

Generico settembre 2022

ndannati a tre anni e quattro mesi ciascuno il ‘santone’ del centro olistico Anidra di Borzonasca (Genova) Paolo Bendinelli, e il medico bresciano Paolo Oneda.

Centro olistica Anidra di Borzonasca. Il Tribunale ridimensiona le accuse contro Paolo Bendinelli, il “santone” e il medico Paolo Oneda. L’omicidio di Roberta Repetto, morta a seguito dell’esportazione di un neo, non fu volontario, ma colposo. Annullate le accuse di circonvenzione di incapace e violenza sessuale. Sono stati condannati entrambi a tre anni e quattro mesi. Assolta la psicologa Paola Dora.

Roberta Repetto, 40 anni, chiavarese; uccisa da un tumore dopo l’asportazione di un neo eseguita sul tavolo della cucina del centro di Borzonasca e curata per due anni con tisane zuccherate e meditazione. Il pubblico ministero Gabriella Dotto aveva chiesto la condanna a 16 anni per Bendinelli, 14 per Oneda e 10 per Dora accusandoli di omicidio volontario. Il giudice per l’udienza preliminare Alberto Lippini li ha condannati, con rito abbreviato

Nella foto Bendinelli e Oneda