Leivi: non solo Olio, la robotica annuncia nuovi traguardi - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente e terrritorio

Leivi: non solo Olio, la robotica annuncia nuovi traguardi

Ancora una volta Leivi ha celebrato la giornata dell’Olio. Una Festa, un appuntamento che si ripete non fine a se stesso ma per valorizzare uno tra i più preziosi doni del nostro territorio, l’oro giallo lo possiamo definire quando arriva sulle nostre tavole, ma prima, quando è ancora verde, è un frutto della terra che la cultura e il lavoro tramutano in sostanza nutritiva e in bellezza.

Ma la particolarità di quest’anno è stato un importante momento di formazione tenuto dall’IIT di Genova (Istituto italiano di tecnologia, ente statale) sul riciclaggio e sul riutilizzo di alcuni prodotti, soprattutto derivanti dal materiali di scarto dei mercati ortofrutticoli: a presentare la realtà Giuliano Greco, responsabile di comunicazione e Giovanni Perotta, ricercatore laboratorio smart materials. L’Istituto, su tre sedi (Bolzaneto, Erzelli, San Martino) e con quattro comparti di ricerca (robotica, intelligenza artificiale, tecnologie per la salute) ha l’obiettivo di incidere sia sul sociale sia sul sistema produttivo, agendo anche attraverso diverse start up sparse sul territorio nazionale. Tra i percorsi sviluppati il più importante, in relazione al settore agricolo, è quello del riciclo e riutilizzo di prodotti di scarto provenienti dai mercati ortofrutticoli. “Il mio lavoro consiste nel ricavare dai materiali proprietà utili, in particolar modo in riferimento alla filiera del cibo, con l’obiettivo di trovare alternative più sostenibili rispetto alla plastica, cosiddetto compostabile. Se si riuscisse a trovare un materiale che abbia pari performance, da fonte rinnovabile e biodegradabile avremmo trovato una soluzione interessante al problema – ci spiega Perotta -, che aggiunge se per ipotesi riuscissi a mangiare una certa quantità di mais, e a trasformare il resto della pianta in qualcosa che abbia le caratteristiche della plastica ma sia biodegradabile avremmo vinto alla lotteria!”.

Il seminario ha incluso la presentazione del progetto Öie (con annessa degustazione dell’oliva lavagnina), ideato e sviluppato dall’associazione Apol di olivicoltori locali. Il sindaco Vittorio Centanaro si è detto “piacevolmente incuriosito” dalle proposte dell’IIT, decisamente innovative e ricche di prospettive interessanti.

Foto     n.1 : premiazione concorso premio Olio e Oliveto

n.2 : seminario IIT

n.3: gara di regolarità per auto e moto d’epoca (organizzata da Scuderia Auto e Moto Retrò)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Più informazioni