'Santa': tre serate con Maggioni, Cecchinelli e Castello - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Libri

‘Santa’: tre serate con Maggioni, Cecchinelli e Castello

Santa problemi

Riceviamo e pubblichiamo

Nell’estate della ripartenza, fra una pandemia, una guerra e la campagna elettorale, c’è una cura nascosta in una città affollata di turisti e ricca di bellezza come Santa Margherita Ligure.

Per scoprire questa cura, tre serate all’insegna del romanzo, dell’autobiografia e della saggistica; per parlare, con leggerezza, di migrazioni, disabilità e maternità.

La prima serata dedicata alla bellezza nascosta di Santa Margherita Ligure vedrà protagonista un milanese, Paolo Maggioni, giornalista, che racconta il suo “La calda estate del commissario Casablanca”, edito da Sem libri. Una voce da scoprire, la sua, un tratto delicato e originale per parlare di migranti, di un’Europa che naufraga con loro. Di informazione e di trasformazioni possibili: noi in loro, e loro in noi. Appuntamento mercoledì 3 agosto alle 20.45 al Bar New life di Piazza San Bernardo

Il secondo appuntamento è un viaggio delicato ed emozionante nel mondo della disabilità: Tiziana Cecchinelli, figlia udente di genitori sordi, racconterà il suo libro “Peccato, io non sono sorda!”, edito da Erga Genova, mercoledì 10 agosto alle 19 sulla spiaggia Mare per tutti di Ghiaia. La sua penna fluida e coinvolgente ha saputo descrivere con sguardo diverso la disabilità proponendo una riflessione a tutto tondo sui concetti di normalità e diversità e sulla necessità di porsi in ascolto dei sentimenti, oltre che delle parole

La terza serata sarà a san Siro, dove vivono moltissime famiglie di Santa Margherita Ligure, e dove la giornalista Emanuela Castello presenterà il suo libro “Lacrime cancellate”, Erga edizioni, con la giornalista e blogger Virginia Leoni. L’appuntamento è giovedì 18 agosto alle 21, sulla piazza del quartiere, accanto alla chiesa parrocchiale, per parlare di maternità complesse, di depressione perinatale, della necessità di destrutturare gli schemi sulla genitorialità e dello sguardo di cura di cui c’è urgente bisogno. Per offrire alle madri la possibilità di uscire allo scoperto, per parlare di questo tema troppo spesso nascosto.

“La cura e la città” è una iniziativa che ha visto la collaborazione di Centro culturale Solidarietà, delle parrocchie cittadine, dell’associazione Paratetraplegici della Liguria, Sportello informa disabili e Fish Liguria, e gode del patrocinio del Comune di Santa Margherita Ligure.