Regione: i lavori del Consiglio e l'elisoccorso nel Levante - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Poliktica

Regione: i lavori del Consiglio e l’elisoccorso nel Levante

Generico giugno 2022

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo la relazione sulla seduta mattutina

Rendiconto del bilancio del Consiglio regionale per l’esercizio finanziario 2021. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la Proposta di deliberazione 50 “Rendiconto del bilancio regionale –Esercizio finanziario 2021”. Il Rendiconto è il risultato contabile con cui si prende atto dell’esercizio finanziario del 2021 e rappresenta la “fotografia” della gestione delle risorse che sono state assegnate la cui regolarità  è già stata verificata dagli organi di controllo interno ed esterno.

Modificato il regolamento del Cal. Il Consiglio regionale ha espresso parere favorevole allo schema di modifiche al Regolamento interno del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) della Liguria proposto dal CAL. La prima modifica prevede che in caso di elezioni per il rinnovo dei Consigli comunali, i componenti del CAL non decadano qualora siano rieletti nelle cariche precedentemente ricoperte; la modifica si adegua alla legge regionale 1 del 2011 per garantire la continuità delle funzioni ai componenti del CAL confermati. La seconda modifica ammette la possibilità di svolgere le sedute in videoconferenza/teleconferenza o in formula mista.

Abbonamenti al trasporto pubblico locale per le persone transgender. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 476, presentato da Luca Garibaldi, che impegna la giunta a valutare, nel rispetto della normativa vigente, la definizione, di concerto con le aziende di trasporto pubblico locale, di procedure idonee a garantire l’erogazione di abbonamenti nominativi e verificabili alle persone transgender che riportino il proprio nome di elezione o procedure di controllo per preservare la privacy e la dignità della persona, eventualmente anche prevedendo corsi di formazione rivolti agli addetti al controllo. Nel documento si ricorda che i transgender sono persone per le quali l’identità di genere, ossia l’identificazione percepita di sé in relazione al genere, non corrisponde al sesso biologico. Nel dibattito sono intervenuti l’assessore alle Pari Opportunità Simona Ferro e l’assessore ai trasporti Gianni Berrino

 Servizio di elisoccorso con base nel Levante ligure Modificato. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 599 presentato da Roberto Centi che impegna la giunta a valutare la possibilità di prevedere  un servizio di elisoccorso con base nel Levante ligure. Nel documento si rileva che la Liguria è dotata del servizio di elisoccorso con base a Genova solo per i trasporti primari. Recentemente, infatti, è stata rinnovata la Convenzione di elisoccorso tra i Vigili del Fuoco e Regione per diciotto mesi e che il servizio di elisoccorso è garantito anche da un contratto con la ditta AirGreen e Alisa, per i trasporti secondari urgenti non abilitati al volo notturno attraverso la base di Albenga e Genova, ma il Levante risulta più fortemente penalizzato non avendo una propria base. L’assessore Giampedrone è intervenuto su delega del presidente Giovanni Toti.

 Esami effettuati sulle donazioni di sangue. Con 7 voti a favore (minoranza) e 17 contrari è stato respinto l’ordine del giorno 598 presentato da Pippo Rossetti che impegnava la giunta a prevedere che le analisi legate alle donazioni di sangue siano effettuate con una maggiore frequenza rispetto ad una volta all’anno, attualmente prevista. Nel documento si rileva che sul sito di ALISA si legge che: «Per monitorare la salute del donatore, almeno una volta all’anno vengono controllati creatininemia, glicemia, protidemia, protidogramma elettroforetico, emocromo, ferritinemia, ALT, colesterolemia, trigliceridemia» ma che in passato tali esami venivano effettuati ad ogni donazione di sangue. L’assessore Giampedrone è intervenuto su delega del presidente Giovanni Toti. Nel dibattito è intervenuto anche Brunello Brunetto

 Export delle merci liguri verso Russia e Ucraina. Con 7 voti a favore (minoranza) e 16 contrari è stato respinto l’ordine del giorno 600 presentato da Pippo Rossetti che impegnava la giunta ad attivare al più presto un tavolo di lavoro con il mondo dell’impresa di produzione, dei servizi e dell’agricoltura per fronteggiare le attuali difficoltà. Nel documento si rileva la preoccupazione di Confartigianato Liguria sulle ricadute che la guerra tra Ucraina e Russia comporta sull’economia ligure e che negli ultimi otto anni la crisi russo-ucraina ha già determinato gravi conseguenze sull’economia regionale, facendo precipitare il valore dell’export verso Mosca e ora anche verso l’Ucraina. Nel dibattito è intervenuto l’assessore all’agricoltura e alla promozione dei prodotti liguri Alessandro Piana

Crisi del settore moda in Liguria. Con 8 voti a favore (minoranza) e 15 contrari è stato respinto l’ordine del giorno 611, presentato da Pippo Rossetti, che impegnava la giunta a realizzare in Liguria, anche attraverso il coinvolgimento del sistema camerale ed associativo,  misure integrate per promuovere e valorizzare il settore della moda, con particolare attenzione ai mercati esteri. Nel documento si rileva che, secondo i dati di Confartigianato Liguria, risulta che sono 340 le realtà artigiane, sulle 440 micro e piccole imprese totali del territorio, che si occupano di moda artigianale con 721 addetti.

 Incremento delle strutture per i disturbi del comportamento alimentare

Con 6 voti a favore (minoranza) e 14 contrari è stata respinta la mozione 70, presentata da Paolo Ugolini che impegnava la giunta ad attivarsi per accedere ai finanziamenti previsti per il 2022 e 2023 per istituire, laddove i servizi non dovessero già essere attivi, presìdi di assistenza e presa in carico e cura dei pazienti affetti da disturbi del comportamento alimentare. La mozione, inoltre, impegnava la giunta ad una verifica annuale sul livello di assistenza dei servizi ambulatoriali territoriali che operano nella diagnosi, cura e assistenza dei soggetti affetti da disturbi del comportamento alimentare (DCA).

Disturbi del comportamento alimentare. Con 6 voti a favore (minoranza) e 15 contrari è stato respinto l’ordine del giorno 380, presentato da Paolo Ugolini, che impegnava la giunta ad applicare interventi di prevenzione, riconoscimento e potenziamento dei servizi, con particolare attenzione all’età evolutiva, per la cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), ad attivare in ogni Asl un centro con approccio multidisciplinare e almeno un centro residenziale. Nel documento si chiedeva, inoltre, un aumento dei posti letto per i trattamenti residenziali e semiresidenziali, ora presenti a Pietra Ligure e Genova, e il potenziamento degli ambulatori territoriali per bambini e adolescenti. Nel dibattito comune sulla precedente mozione 70 e l’odg 380 è intervenuto il presidente della giunta con delega alla sanità Giovanni Toti

Tassa di circolazione per automezzi di gruppi comunali e volontari Protezione Civile (modficato). Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 630, presentato da Stefano Mai, che impegna la giunta a chiedere al Ministero delle infrastrutture di esentare dal pagamento della tassa automobilistica i veicoli di proprietà dei gruppi comunali e delle squadre di volontariato di Protezione Civile e AIB, con sede in Liguria e iscritti nel sistema ZERO-GIS, adibiti esclusivamente alle funzioni di Protezione Civile e AIB. Nel documento si rileva che i gruppi comunali e le squadre dei volontari di Protezione Civile e AIB possiedono mezzi che non sono identificabili come mezzi speciali, tuttavia vengono esclusivamente utilizzati per la prevenzione di incendi e protezione civile, ma non godono dell’esenzione della Tassa automobilistica regionale. Nel dibattito è intervenuto l’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone

 Sicurezza sul lavoro delle Acciaierie di Cornigliano. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 623, presentato da Gianni Pastorino che impegna la giunta ad intervenire, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, per chiedere ad Acciaierie d’Italia di investire senza ulteriore ritardo in salute, sicurezza e lavoro per il benessere dei lavoratori, delle loro famiglie e della città tutta. Nel documento si ricorda l’operaio che era stato ritenuto responsabile dello sganciamento di una bobina da 250 chili, avvenuto il 12 aprile scorso nell’impianto che, fortunatamente, non aveva avuto conseguenze. Nel dibattito è intervenuto l’assessore al lavoro Gianni Berrino

 Celebrazioni regionali per il Milite Ignoto. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 628, presentato da Gianmarco Medusei, Armando Sanna, Claudio Muzio e sottoscritto da Fabio Tosi, Angelo Vaccarezza, Stefano Balleari, Stefano Mai e Luca Garibaldi, in cui si chiede alla giunta di procedere all’istruzione ed alla presentazione di una proposta di legge regionale istitutiva, sia della manifestazione finalizzata al ricordo del Milite ignoto, sia del relativo premio di laurea/dottorato, previo coinvolgimento, attraverso i competenti uffici del Consiglio regionale, in primis degli interlocutori istituzionali potenzialmente interessati da questa iniziativa e degli Enti ed associazioni che, insieme, hanno già dato vita al progetto “Milite ignoto Cittadino d’Italia”. Nel documento si rileva che il 4 novembre 2021 è stato  celebrato il centenario dell’inumazione, presso l’altare della Patria, della salma del Milite Ignoto e che, nell’ambito delle celebrazioni si è distinta – per importanza e rilievo – l’iniziativa attuata dal Gruppo Medaglie d’Oro, sotto la Presidenza del Generale di Corpo d’Armata Rosario Aiosa. Nel dibattito è intervenuto, a nome dell’assessore alla cultura Ilaria Cavo, l’assessore Scajola

Utilizzo dei “cani da allerta medica”. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la mozione 69, presentata da Paolo Ugolini che impegna la giunta a predisporre un “voucher addestramento”, fruibile dalle persone interessate per l’adozione di un cucciolo o un cane adulto e di sostenere i costi dell’addestramento. Nel documento si ricorda che questi cani sono in grado di segnalare una crisi medica imminente e ricercare aiuto per soggetti diabetici, epilettici, persone con sindrome da tachicardia ortostatica posturale e con gravi allergie e/o intolleranze alimentari. Nel dibattito è intervenuto l’assessore alla tutela degli animali da affezione Simona Ferro

Pedaggi autostradali per i mezzi dei gruppi comunali e dei volontari della Protezione Civile. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 631, presentato da Stefano Mai, che impegna la giunta a farsi parte attiva verso il Governo affinché anche i mezzi dei gruppi comunali e dei volontari di Protezione Civile e antincendio boschivo vengano esonerati dal pagamento del pedaggio autostradale. Nel documento si ricorda la recente sentenza del tribunale civile di Roma che ha disposto che le ambulanze di ANPAS e CRI non debbano pagare il pedaggio autostradale, sia quando sono impegnate in interventi di emergenza/urgenza, sia nei servizi ordinari di assistenza. Nel dibattito è intervenuto l’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone

Tutelare l’incolumità di Nicola De Santo, imprigionato a Bali. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 635, presentato da Gianni Pastorino e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta  a intervenire presso il Governo e il Ministero degli Affari esteri affinché, insieme a tutto il corpo diplomatico, si attivino immediatamente per garantire l’incolumità di Nicola Del Santo, il genovese di 35 anni imprigionato da oltre sette mesi nei sotterranei del commissariato Polsek a Kuta, a Bali, e sottoposto, secondo la denuncia del padre, a trattamenti inumani e degradanti.

Assumere i medici specializzandi. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 635, presentato da Brunello Brunetto e sottoscritto da tutti gruppi, che impegna la giunta ad attivarsi nella Conferenza Stato-Regioni per sottoporre al Governo la necessità di predisporre una riforma che consenta l’assunzione dei medici specializzandi a partire da quarto anno di specialità. Nel documento si rileva che in Liguria c’è una forte carenza soprattutto di  specialisti in medicina d’urgenza e in anestesia-rianimazione, anche in altri settori come pediatria e ostetricia e ginecologia. In particolare in Liguria mancano circa 70 anestesisti.

Interventi per curare il Long Covid. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 637, sottoscritto da tutti gruppi, che impegna la giunta ad adottare un programma di interventi che affronti il Long Covid, istituire strutture dedicate nelle Aziende, attivando le specialità competenti nella diagnosi e cura dei pazienti, coordinare e monitorare gli interventi clinici, raccogliere e trasmettere i dati per monitorare a livello regionale, l’evoluzione della malattia, a intervenire nei confronti del Governo per estendere l’esenzione ticket a coloro che soffrono di Long Covid ma non sono stati né ricoverati né visitati al pronto soccorso e, infine,  ad individuare una struttura per lo studio epidemiologico.

 

Più informazioni