Calcio/ Un ottimo Genoa imbriglia l'Inter: al Ferraris è 0-0 - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Piccolo passo in avanti

Calcio/ Un ottimo Genoa imbriglia l’Inter: al Ferraris è 0-0

Per Blessin è il quinto pareggio consecutivo in panchina. A rendere amara la serata gli infortuni a Maksimovic e Cambiaso.

Stadio Ferraris

Genoa: Sirigu; Hefti, Maksimovic, Ostigard, Vasquez; Sturaro, Badelj, Portanova; Gudmundsson, Melegoni; Yeboah. All.: Blessin.

Inter: Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Bastoni; Dumfries; Barella; Brozovic; Calhanoglu, Perisic; Dzeko; Sanchez. All. Inzaghi

Un buon Genoa ferma l’Inter al Ferraris sullo 0-0 anche se la corsa alla salvezza resta complicata. Per Blessin è il quinto pareggio dal suo arrivo sulla panchina rossoblu, il secondo contro una grande dopo quello all’Olimpico contro la Roma. Il tecnico tedesco lascia in panchina Destro e punta centrale viene preferita Yeaboah supportata da Gudmundsson e Melegoni. In mezzo Sturaro, Badelj e Portanova, mentre a supporto di Sirigu Hefti, Maksimovic, Ostigard e Vasquez.

La prima azione dell’Inter è al 6’ma la conclusione di Calhanoglu finisce fuori. Il Genoa risponde un minuto dopo con Gudmundsson ma il calciatore davanti ad Handanovic manda a lato. I nerazzurri cercano di rendersi pericolosi dalla sinistra ma la difesa del Genoa è attenta ed evita i pericoli mandando la sfera in corner. La formazione di Blessin però quando ha spazio cerca di fare male all’Inter ma al 28’ la conclusione di Melegoni viene respinta da Handanovic. Al 38’ l’ultima azione del primo tempo è di Perisic ma il suo cross per Dzeko è lungo e l’azione sfuma.

Nella ripresa doppia tegola per il Genoa: prima si fa male Maksimovic sostituito da Cambiaso, poi è quest’ultimo a dover alzare bandiera bianca al 59’ (problema al ginocchio) e al suo posto dentro Calafiori. Blessin per vivacizzare l’attacco toglie Yeboah e inserisce Kallon ma è l’Inter al 62’ ad andare vicina al gol con D’Ambrosio che però colpisce di testa la traversa. Tre minuti dopo è Calhanoglu su punizione a non inquadrare la porta. Al 71’ è Calafiori a cercare la conclusione ma la palla termina sul fondo e successivamente tocca a Sturaro al 78’ ma la conclusione è da dimenticare. Un minuto dopo è Lautaro (subentrato a Sanchez) a calciare di prima intenzione ma Sirigu manda in corner. All’80 tocca a Barella che però non prende la mira. Nel finale spazio ad Amiri e Rovella al posto di Gudmundsson e Portanova. Al 95’ arriva il fischio finale. Domenica 6 marzo alle 12.30 la gara contro l’Empoli allenato dall’ex Andreazzoli. Per Blessin è emergenza difesa visto l’infortunio di Maksimovic e la squalifica di Ostigard.

Più informazioni