Genova e lo spot denigratorio, Bucci e Toti che dicono - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Spot

Genova e lo spot denigratorio, Bucci e Toti che dicono

porto

Nel mondo delle Tv nazionali gira uno spot. Un tizio compra una bici e ne aspetta la consegna. “Come – gli dice un secondo – l’hai pagata prima e l’hai comprata a Genova?”. Una frase che non dice nulla ma che sembra ipotizzare che la bici, essendo stata acquistata a Genova, potrebbe non essere consegnata. Una truffa? Il nome di Genova legato all’ipotesi di una truffa?  L’acquirente in ogni caso si è tutelato. Bucci e Toti, che investono cifre considerevoli per promuovere Genova e la Liguria, hanno consultato i legali? Hanno chiesto il sequestro dello spot? E la Camera di commercio? (m.m.)

Più informazioni