Chiavari: cartello ritenuto diffamatorio, la minoranza prende le distanze - LevanteNews
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Verso le elezioni

Chiavari: cartello ritenuto diffamatorio, la minoranza prende le distanze

"Non vogliamo essere corresponsabili, a dover eventualmente risarcire per danno parte dei 50.000 euro richiesti, oltre alle spese processuali, delle quali sono già state liquidate 2.019,42 euro sul totale di 5.795,62"

comune, municipio, chiavari

Dai  consiglieri comunali di minoranza Silvia Garibaldi, Daniela Colombo, Giovanni Giardini, Lino Cama  (La cronaca ci rimanda ad un cartello relativo ala supposta lentezza di un funzionario della Soprintendenza ndr)/

Affissione del cartello esposto in data 1 giugno 2018 in via Delpino dal Comune di Chiavari sulla rete di recinzione del cantiere esistente.

A seguito di un accesso agli atti, siamo venuti a conoscenza di un atto di citazione al Tribunale Civile di Genova del 18 marzo 2019, in merito ad un cartello esposto e su quanto in questo era stato scritto.

Nel documento, a fronte della richiesta da parte del presunto danneggiato (nel rispetto della privacy non citiamo i dati personali), di risolvere il contenzioso, proponendo una mediazione con il Comune,  da quest’ultimo veniva rifiutata.

Pertanto nell’atto di citazione riportiamo quanto scritto: ” Autore materiale del cartello è il Comune di Chiavari ( nelle persone del Sindaco e Presidente del Consiglio Comunale e mediamente , in forza della rappresentanza di questi e della mancanza di qualsivoglia dissociazione, il Consiglio che rappresenta)”.

La richiesta di risarcimento economico ammonta a 50.000 euro.

Considerato, che il 4 febbraio p.v. presso il Tribunale di Genova verranno discusse le conclusioni e fino al 25 gennaio p.v. potranno essere depositate le note conclusive delle parti in causa, esprimiamo le nostre considerazioni.

Chi è l’autore materiale di quanto scritto nel cartello esposto sul cantiere di via Delpino il 1 giugno 2018?

Il Sindaco defunto Marco Di Capua o il Presidente del Consiglio Avv. Antonio Segalerba come risulta nell’ atto di citazione?

Con quale atto politico è stato dato l’ ordine di fare il cartello? Esiste per questo un impegno di spesa?

Pertanto non volendo essere corresponsabili, a dover eventualmente risarcire per danno parte dei 50.000 euro richiesti, oltre alle spese processuali, delle quali sono già state liquidate 2019,42 euro sul totale di 5795,62 euro finanziati attraverso il prelievo dal fondo di riserva.

I sottoscritti Consiglieri Comunali, Daniela Colombo, Silvia Garibaldi,  Giovanni Giardini , Pasquale Lino Cama e gli altri Consiglieri che vorranno unirsi a noi, presenteremo,  entro e non oltre il 25 gennaio p.v., al Segretario Generale , una manleva di responsabilità dissociandoci da quanto accaduto,  da inviare al Tribunale Civile di Genova.

Teniamo a precisare  che le decisioni politiche, redatte nel rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali citavano genericamente:”…Risarcimento dei danni asseritamente dovuti per fatti avvenuti nel 2018 a Chiavari”.

Per cui,  solo al momento del nostro accesso agli atti, venendo in possesso dei documenti specifici della causa, riuscivamo  a venire a conoscenza e a capire, quanto fino ad ora non conoscevamo.

Più informazioni