Levanto: futuro del primo intervento, manifestazione pacifica dei soccorritori - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Pa, croce rossa, croce azzurra

Levanto: futuro del primo intervento, manifestazione pacifica dei soccorritori

"Dover andare a La Spezia o Sarzana per casi di lieve entità costringe le associazioni a lasciare scoperti i paesi per diverse ore".

Generico gennaio 2022

In occasione del Consiglio Comunale svoltosi a Levanto la Pubblica Assistenza di Monterosso, la Croce Rossa di Levanto, e la Croce Azzurra di Bonassola hanno organizzato una manifestazione pacifica portando i propri mezzi sotto la sede del Comune per far sentire il loro sostegno alla Consiglio Comunale nella querelle con Regione/ASL a favore del Punto di Primo Intervento di Levanto.

Le associazioni dei tre paesi, a tal proposito spiace e stupisce l’assenza – l’unica – di un’altra importante associazione, ci tengono a far sapere che per loro è di vitale importanza avere il servizio attivo così com’è ora a Levanto, soprattutto per gli interventi più semplici come un codice bianco o verde. Dover andare a La Spezia o Sarzana per casi di lieve entità costringe le associazioni a lasciare scoperti i paesi per diverse ore, viste le difficoltà di spostamento in un territorio difficile come il nostro e il numero esiguo di militi che, nella maggior parte dei casi, sono volontari. Non poter intervenire su un codice rosso perché si è dovuto mandare l’equipaggio al DEA/PS di riferimento per un banale intervento è un rischio per le nostre comunità, soprattutto la notte quando in paese non sono presenti neppure i medici di base e il servizio di continuità assistenziale (guardia medica) non sempre è garantito.

Più informazioni