'Santa': Franco Straneo, la vita appesa a un filo; donerà gli organi - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Incidente

‘Santa’: Franco Straneo, la vita appesa a un filo; donerà gli organi

Franco Straneo

La vita di Franco Straneo, l’uomo investito ieri sera in via Vignolo Cervetti a Santa Margherita Ligure è appesa a un filo. Ricoverato al reparto rianimazione del San Martino è clinicamente morto per le fratture riportate alla scatola cranica cadendo a terra; ha anche riportato la frattura di tre costole nell’impatto contro il porter che proveniva da San Lorenzo e svoltava in centro. Il conducente, un rapallese di 35 anni, scattato il verde è partito non rendendosi probabilmente conto che una persona attraversava. Dinamica che la polizia municipale dovrà accertare visionando i filmati delle telecamere. L’autista sarà probabilmente denunciato per omicidio stradale.

Franco Straneo era nato 79 anni anni fa in Ghiaia, nell’ultimo appartamento sopra il bar Vittoria; sposato con due figlie aveva lavorato all’Azienda di promozione turistica ed era socio fondatore del Comitato della Festa della Primavera. E’ una persona stimata e conosciuta e la notizia della gravità dell’incidente ha lasciato sgomenti i numerosi amici quanti lo conoscono e apprezzano. La famiglia ha deciso, in caso di decesso, di donare gli organi.