Fontanabuona: tunnel, ecco il percorso e chi ne fruirà - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Viabilità

Fontanabuona: tunnel, ecco il percorso e chi ne fruirà

Tunnel Fontanabuona. Sarà l'ennesima illusione? Vediamo intanto quale sarà il percorso più probabile, perché più breve, i tanti vantaggi e i pochi svantaggi

Val Fontanabuona

Troppe volte si è parlato di realizzazione del tunnel della Fontanabuona per credere che venga realizzato davvero; tanto più che non sono stati indicati con precisione i fondi ad esso destinati.

Ma vediamo quale sarebbe il percorso più probabile: da Ferrada di Moconesi (località baricentrica) alla A-12 nel tratto compreso tra le gallerie Casalino e Maggio. E non a Rapallo (come fanno credere a Chiavari) secondo la tesi dell’ex sindaco di Lorsica Aulo De Ferrari che voleva che il tunnel passasse dentro quello, ingrandito, che porta l’acqua dal torrente Lavagna al Tigullio. Rapallo sarebbe la prima a ribellarsi a un tunnel che sfocia in via Betti paralizzando la circolazione.

Raggiunta l’A-12 tra Recco e Rapallo, l’utente raggiungerebbe in pochi minuti tutti gli svincoli del Levante: da Nervi a Deiva Marina.

Gli effetti. Raggiungere la Fontanabuona e la Val D’Aveto attraverso il passo della Scoglina risparmiando almeno mezz’ora. Valorizzazione degli immobili più vicini alla Riviera. Potenziale ampliamento delle attività esistenti. Maggiore possibilità di utilizzo dei capannoni esistenti. Possibilità reale di avviare sinergia tra mare e vallate.

E’ evidente che i vantaggi sarebbero reali anche per le attività della Riviera. Chiavari in particolare potrebbe riconquistare la clientela delle vallate che oggi fa acquisti a Carasco per evitare poi la trafficatissima via Parma.

Svantaggi. Un tempo chi non voleva il tunnel diceva che avrebbe portato nelle vallata la microcriminalità, ma c’è arrivata anche senza galleria. Certo i vincoli per costruire dovranno essere più severi per evitare il dilagare delle nuove costruzioni. Ed è altrettanto facile supporre che nelle vallate aumenterà il traffico e quindi ci sarà bisogno di una viabilità complessiva più adeguata, a cominciare dalla creazione di marciapiedi.

 

 

Più informazioni