Portofino ricorderà Strehler, nel suo teatrino, nel centenario della nascita - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Anniversari

Portofino ricorderà Strehler, nel suo teatrino, nel centenario della nascita

Strehler ha trascorso lunghi periodi di vacanza a Portofino con la moglie Andrea Jonasson, in una villa nei pressi dell'Hotel Splendido; amava uscire con la propria imbarcazione e veleggiare nel Tigullio

Giorgio Strehler
La cartolina postale che gli ha dedicato Trieste

Entro la fine dell’anno Portofino ricorderà i cent’anni della nascita di Giorgio Strehler, nato sul mare a Barcola (Trieste) il 14 agosto del 1921 e morto a Lugano nel 1997. Senatore, europarlamentare, Grande ufficiale della Repubblica Italiana e insignito in Francia della Legion d’onore. Soprattutto regista, il più grande registra teatrale italiano del Novecento. E scopritore di  talenti.

Strehler ha trascorso lunghi periodi di vacanza a Portofino con la moglie Andrea Jonasson, in una villa nei pressi dell’Hotel Splendido; amava uscire con la propria imbarcazione e veleggiare nel Tigullio. Nelle notti d’estate non era raro scendesse in giardino a declamare ad alta voce brani di testi teatrali. Un ospite che amava il Borgo e confondersi tra la gente senza mai assumere atteggiamenti divistici. Negli anni Settanta accettò di essere consulente per trasformare il vecchio capannone che ospitava una segheria nel più piccolo e caratteristico Teatrino della Liguria. Si recava personalmente nel cantiere a seguire i lavori.

L’idillio con Portofino terminò a seguito dello sfratto ricevuto dalla proprietà della villa. L’allora sindaco Roberto D’Alessandro si diede molto da fare per trovare un’alternativa, ma senza successo. Strehler propose di trasferirsi a Castello Brown e tutto sommato la comunità avrebbe beneficiato della sua grandissima popolarità. Ma la proposta fu bocciata dal vicesindaco Giovanni Carbone, che forse non conosceva la popolarità europea del regista. Strehler fu costretto con grandissimo rammarico a lasciare il Borgo.

Spiega il sindaco Matteo Viacava: “Portofino deve molto a Strehler che ha voluto realizzare il Teatrino a lui dedicato. Avevamo pensato di ricordarlo il 14 agosto, giorno della sua nascita, ma abbiamo optato per una data ancora da definirsi, sicuramente quando l’atmosfera del Borgo è più intima e raccolta come sarebbe piaciuto a lui. Certamente lo ricorderemo al Teatrino, la sua creatura”.