Terza dose: da domani sanitari asl e ospedali; da lunedì ultrafragili; da giovedì over 60 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sanità

Terza dose: da domani sanitari asl e ospedali; da lunedì ultrafragili; da giovedì over 60

Giovanni Toti
Giovanni Toti

Dall’ ufficio stampa Regione Liguria

“Partiranno domani le somministrazioni della terza dose a tutti gli operatori che svolgono le loro attività nelle strutture ospedaliere e nelle Asl mentre mercoledì apriranno le prenotazioni per gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sociosanitarie e socio assistenziali (pubbliche e private), nelle farmacie, parafarmacie e studi professionali”. Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla sanità Giovanni Toti sulla somministrazione delle dosi booster.
Gli “esercenti le professioni sanitarie” sono identificabili in farmacisti, medici chirurghi, odontoiatri, veterinari, biologi, fisici, chimici, psicologi, esercenti le professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, tecnico sanitari, della riabilitazione e della prevenzione. Gli operatori di interesse sanitario, invece, sono identificabili in massofisioterapisti, operatori sociosanitari e assistenti di studio odontoiatrico. Da lunedì 18 ottobre saranno prenotabili attraverso il portale tutti gli ultrafragili over 18, mentre da giovedì 21 ottobre tutti i soggetti di età maggiore e uguale ai 60 anni potranno prenotare la terza dose.
“La percentuale dei vaccinati in Liguria (sulla popolazione over 12) sia con prima che con seconda dose è salita al 74,6% mentre i vaccinati con prima dose si avvicinano all’84%. Una percentuale che non solo ci ha permesso di mettere all’angolo il Covid, come è dimostrato dal tasso di mortalità negli ultimi mesi, ma anche di far ripartire l’economia e di tornare alla normalità. Gli ospedalizzati sono scesi di 4 unità, con 55 ricoverati in media intensità e 6 in terapia intensiva. Anche l’incidenza media settimanale è scesa a 28 casi ogni 100 mila abitanti (28 a Savona, 27 a Spezia, 37 a Imperia e 21 a Genova)”.

 

Più informazioni