Chiavari: "All'Asl-4 carenza di infermieri, chieste 176 assunzioni" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sanità

Chiavari: “All’Asl-4 carenza di infermieri, chieste 176 assunzioni”

Personale andato in pensione o licenziatosi nel corso degli ultimi anni, la Asl stessa ha richiesto l'assunzione in deroga di nuovo personale; necessario anche in vista della riattivazione di servizi sospesi per il covid

Lungomare Recco

Dall’ufficio stampa del consigliere regionale Claudio Muzio riceviamo e pubblichiamo

Con una Interrogazione a risposta immediata depositata quest’oggi, il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia, sollecita iniziative per far fronte alla carenza di personale infermieristico nell’ASL4 Chiavarese.

“Negli ultimi due anni – spiega Muzio – si è registrato un numero rilevante di cessazioni dal servizio per quiescenza e di licenziamenti volontari di personale a tempo indeterminato. In particolare, le quiescenze sono state 23 nel 2020, 14 nel 2021 (dato ancora in divenire), e per il 2022 se ne prospettano già almeno 4, con uno storico di 9 nel 2016, 12 nel 2017, 21 nel 2018 e 21 nel 2019. Che il problema della carenza di infermieri esista è confermato di fatto anche dalla stessa ASL4, che ha richiesto ufficialmente ad A.Li.Sa. 176 deroghe di assunzione”.

“Per quanto riguarda gli ingressi e le uscite da gennaio a fine luglio 2021 – prosegue – abbiamo 56 assunzioni a tempo determinato, di cui solo 28 ancora in servizio, 1 assunzione con contratto di lavoro autonomo, 11 dimissioni di personale a tempo indeterminato, 4 dimissioni di personale a tempo determinato, 6 trasferimenti per avvicinamento al nucleo famigliare e 6 aspettative di personale a tempo indeterminato. Occorre inoltre considerare alcune altre richieste di aspettativa per l’inizio di un incarico a tempo determinato presso altre ASL, oltre alle gravidanze e alle malattie e al dato dei sospesi per la mancata vaccinazione anti-Covid. Ricordo che il personale a tempo indeterminato che chiede aspettativa e va a svolgere incarichi a tempo determinato in altre ASL risulta all’attivo in pianta organica nell’ASL4 ma di fatto non è presente e non può essere sostituito”.

“Per cercare di far fronte a questa situazione – rileva il consigliere regionale – ASL4 ha pubblicato negli ultimi dieci mesi 3 avvisi di incarico, di cui l’ultimo con scadenza lo scorso 26 agosto per 39 posti di infermiere per 36 mesi. Su 183 domande presentate per questo avviso, ad oggi soltanto 14 persone hanno manifestato la propria volontà di assumere l’incarico”.

“Inoltre – sottolinea ancora Muzio – l’effettiva disponibilità di nuovi laureati, che hanno comunque bisogno di affiancamento, non si concretizzerà probabilmente prima di gennaio 2022: sono stati accelerati i tempi di discussione delle tesi e a breve dovrebbero esserci 32 lauree, ma a ciò dovranno seguire l’esame di Stato e la pubblicazione di un nuovo eventuale avviso di incarico”.

“La situazione descritta, tra le altre cose, può rendere difficoltosa almeno nel breve periodo la riapertura in piena sicurezza e adeguatezza d’organico dei servizi sanitari sospesi a causa della pandemia. Per questo ritengo che sia necessario mettere in campo politiche di reclutamento del personale consone ai fabbisogni dell’attuale quadro sanitario e ospedaliero”, conclude il capogruppo di Forza Italia.

Più informazioni