Cinque Terre: "Stati generali, bla,bla,bla. Altra occasione mancata" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Cinque Terre: “Stati generali, bla,bla,bla. Altra occasione mancata”

Comunità marinara delle Cinque Terre critica sugli Stati Generali svoltisi venerdì. Riassume il meeting con le parole di Greta: bla,bla,bla

Stati generali

Dalla Comunità marinara delle Cinque Terre

Un’altra occasione di incontro mancata!

Giovedì 30 settembre il Parco Nazionale Cinque Terre ha convocato “Gli Stati Generali delle 5 Terre”. Sono state invitate a partecipare numerose associazioni e consorzi del  territorio; si è parlato anche di ambiente.
Comunità Marinara Cinque Terre, tramite email inviata alla segreteria del Parco il 26 settembre aveva richiesto di essere invitata ufficialmente a tale manifestazione. In data 28 settembre il Parco tramite email riferiva che CM5T non era ufficialmente invitata, ma poteva tramite apposito link seguire da remoto.

Questo invito mancato evidenzia ancora una volta quanto il Parco non voglia riconoscere CM5T quale soggetto presente da anni sul nostro territorio particolarmente attento e propositivo in merito alle tematiche relative alla salute
ambientale.

Ma cosa è stato detto sui temi ambientali a noi particolarmente cari:

Depuratori: se ne parla per il 2026
Erosione costiera e dighe: non pervenuto
Contenimento delle plastiche: non pervenuto
Messa in sicurezza del territorio: non pervenuto
Sentiero Azzurro: non pervenuto

I ritornelli sono stati: ripartire, ripensare, condividere, fare rete, sediamoci al tavolo, il futuro è adesso, progettare con le associazioni… ma neppure l’invito in presenza alla nostra associazione hanno voluto inviare! Altro che “capacità di ascolto”!
Un’altra occasione d’incontro mancata!

Addirittura è stata citata la via dell’Amore come esempio virtuoso nel quale la Regione  Liguria ha dimostrato di esserci! “La Regione c’è e lo ha dimostrato con il lavoro fatto nella Via dell’Amore (Toti)”: stiamo parlando della via dell’Amore, quella chiusa ormai da 10 anni e quanti ancora ne dovranno passare?

Infine è arrivata anche la “polvere di stelle” di Toti: “Cerchiamo di utilizzare il marchio… e facciamolo diventare polvere di stelle”. Cosa avrebbe risposto Greta?

Riteniamo che la salvaguardia ed il ripristino dell’ambiente, in generale ed in particolare per il nostro territorio, possa fungere da volano attorno al quale realizzare un progetto nuovo e veramente sostenibile, che tenga conto delle realtà economiche e anche delle numerose realtà non economiche presenti.

Noi di CM5T comunque, ostinatamente, siamo sempre disponibili a quell’incontro con la Presidente del Parco che chiediamo inutilmente da due anni.

 

Più informazioni