Camogli: a tutto fumetto con "Il Porto delle Storie" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Fumetto

Camogli: a tutto fumetto con “Il Porto delle Storie”

Dall'8 ottobre al 14 novembre

Camogli Il Porto delle Storie

Da Comunicazione Comune di Camogli

Il Porto delle Storie
Fumetti a Camogli
8 ottobre / 14 novembre 2021

“La nave dei fumetti torna ad attraccare al Porto delle Storie di Camogli”. Così il Sindaco della cittadina ligure annuncia il ritorno dell’evento che agli amanti del fumetto offre mostre e incontri molto speciali. La  manifestazione si articolerà in momenti successivi, a partire da un omaggio alla rivista genovese “Sgt.Kirk” che nel
1967 vide nascere il marinaio giramondo Corto Maltese.

È il Sindaco stesso Francesco Olivari, appassionato lettore anche di fumetti, a voler compendiare gli appuntamenti di questa nuova edizione dell’atteso evento: “Il comandante della nave, nonché curatore della manifestazione Ferruccio Giromini, è riuscito anche in questa edizione ad ingaggiare un equipaggio di alto livello.

A iniziare dal Maestro Ivo Milazzo, artista ben conosciuto per la sua realistica interpretazione del mondo del West (chi non conosce uno dei suoi maggiori successi come Ken Parker?). Qui viene omaggiato con due suoi lavori, uno di ambientazione ligure (Giuli Bai & Co.) che meriterebbe sicuramente una nuova pubblicazione, l’altro dedicato al più grande artista genovese (Uomo Faber- Fabrizio De Andrè, e chi se no…).

La seconda autrice, Anna Merli, ha solide collaborazioni sia in Italia (Disney) che all’estero (Francia), dove ha ottenuto importanti successi in collaborazione con Barbara Canepa. Le sue opere, o meglio le sue “donnine”, saranno esposte alla Galleria P46, uno spazio solitamente riservato alle fotografie.

Altro autore che incontreremo è Andrea Ferraris, genovese, che esporrà in anteprima tavole del suo prossimo lavoro ambientato nella sua Genova. Andrea, artista cresciuto alla scuola Disney, ha saputo recentemente imporsi con lavori molto personali e mai ripetitivi.

Il quarto artista, Paolo Castaldi, oltre ad essere conosciuto per le sue storie a carattere sportivo (Maradona, Zlatan e il mondo della boxe) e per aver interpretato graficamente “La buona novella” di De Andrè, è autore di storie a carattere politico e civile, pubblicate anche in Francia.

Inoltre la manifestazione è arricchita da un’altra mostra, dove sarà possibile ammirare le meravigliose copertine della rivista Sgt. Kirk (anche qui aria di Liguria) dove è apparso per la prima volta il marinaio più famoso della letteratura disegnata: Corto Maltese”.

Dunque cinque maestri dell’immaginazione disegnata, molto diversi fra loro ma tutti di primissimo
piano nel proprio genere, saranno ospiti a Camogli de Il porto delle storie, la manifestazione promossa dal Comune di Camogli che porta nella cittadina marinara artisti capaci di viaggiare a vele spiegate sulle infinite mappe della fantasia. I partecipanti avranno così la possibilità di visitare cinque esposizioni, incontrarne gli autori e farsi autenticare e dedicare un loro disegno.

Il programma dettagliato

La manifestazione inaugurerà venerdì 8 ottobre alle 17.30 nel suggestivo Castel Dragone in via Isola, con la presentazione della mostra La nascita di Corto maltese, omaggio alla storica rivista“ Sgt. Kirk”, le cui ormai leggendarie copertine di Hugo Pratt sono state riedite dalle edizioni Lo Scarabeo a cura dell’esperto Piero Alligo.

Seguirà, presso la Galleria P46 in via al Porto, l’inaugurazione della mostra Tutte femmine, che presenta deliziosi acquerelli originali dell’artista cremonese, di formazione disneyana, Anna Merli.

Sabato 9 ottobre alle ore 11, nel ridotto del Teatro Sociale, in Piazza Matteotti, si svolgerà un incontro pubblico con Piero Alligo e Anna Merli.
Le due mostre – aperte venerdì, sabato e domenica con orario 10-13 e 14-17 – chiuderanno domenica
24 ottobre.

Il fine settimana successivo, venerdì 29 ottobre alle ore 17.00 inaugurerà presso il Civico Museo Marinaro “Gio Bono Ferrari”, via Gio Bono Ferrari 42, la mostra Arie di mare di Andrea Ferraris; a seguire, alle ore 17.45 all’interno di Castel Dragone, via Isola, inaugurerà la mostra Personaggi di una terra verticale di Ivo Milazzo; infine alle ore 18.30 presso la Galleria P46 di via al Porto inaugurerà la mostra Sportivamente di Paolo Castaldi.

Sabato 30 ottobre alle ore 11, nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale, in via XX Settembre, si svolgerà un incontro pubblico con gli autori Paolo Castaldi, Andrea Ferraris e Ivo Milazzo.

Le mostre di Castel Dragone e Galleria P46 saranno aperte venerdì-sabato-domenica con orario 10-13 e 14-17.
La mostra del Museo Marinaro sarà aperta da martedì a domenica con orario 9-12.
Tutte le mostre chiuderanno domenica 14 novembre.

Nata per volere del Sindaco Francesco Olivari, la manifestazione è curata dal critico e storico dell’immagine Ferruccio Giromini, con la collaborazione dell’Ufficio Cultura e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Camogli. Si ringraziano inoltre Bruno Sacella, Direttore del Civico Museo Marinaro “Gio Bono Ferrari”, Guido Risicato della Galleria P46 e Ružica Babić della Libreria dell’Arco di Santa Margherita.

Il catalogo della manifestazione sarà distribuito ai visitatori gratuitamente, fino ad esaurimento.

Per informazioni: Pro Loco Camogli – Tel. +39 0185771066 – info@prolococamogli.it

Il Porto delle Storie 2021 programma

Dal catalogo Il porto delle storie, estratti dalle presentazioni di Ferruccio Giromini alle mostre:

La nascita di Corto Maltese – Hugo Pratt e la rivista “Sgt. Kirk”
Pratt iniziò a pubblicarvi a puntate la prima lunga storia con protagonista Corto Maltese, Una
ballata del mare salato, tuttora riconosciuta come fondamentale giro di boa nella storia dell’arte
fumettistica internazionale, capostipite del romanzo disegnato. È così che la rivista Sgt. Kirk vide la
nascita di un personaggio cui doveva arridere fama globale, restando nella storia dell’editoria a
fumetti internazionale come un gioiellino indimenticato.

Anna Merli – Tutte femmine
Provenendo dalla propria fascinazione infantile per le volteggianti ninfette del film disneyano
Fantasia, mille leggiadre femminucce hanno cominciato a sgorgare dai suoi inchiostri leggeri. E qui
si gioca davvero l’atmosfera tipica di tale universo creativo,nel dispiegarsi di una fantasmagoria di
bambole preferibilmente un poco discinte lontanissime dal vero e forse proprio per questo motivo
specialmente ammalianti. È un mondo fittizio morbidamente Liberty, immerso in una malizia
acquerellata, rosea, che appare sempre comunque confidente e delicata.

Ivo Milazzo – Personaggi di una terra verticale
Milazzo ha imparato e si è insegnato come si deve il mestiere di eloquentissimo narratore grafico.
Affidandosi a un pennello sempre più libero e veloce, sempre più espressionista ed eppure
efficace, ha saputo portare avanti una ricerca comunicativa intensa. E stavolta abbiamo l’occasione
quantomai gradita di lasciar parlare Ivo Milazzo stesso su di sé: in rapporto alla materia di alcune
sue storie, di molte sue atmosfere, e soprattutto di quei suoi sentimenti che affondano radici
profonde nella propria esistenza individuale.

Andrea Ferraris – Arie di mare
Il cuore di Ferraris, interessato alle pieghe nascoste della storia, batte dalla parte dei deboli e degli
oppressi, speranzosi di incontrare una vita migliore. E per rendere evidente ciò l’artista abbandona
il segno pulito del contorno a inchiostro e si affida in modo definitivo e incondizionato alle matite,
di modo che la morbidezza della grafite, stesa su carte ruvide, possa rendere meglio la sensazione
di vite rudi e impolverate. Sullo stesso piano si muove la sua azione di sceneggiatore: equilibrato
ed essenziale, di poche parole, tenero ma austero – da vero ligure.

Paolo Castaldi – Sportivamente
Il mestiere di “fumettaro” può avere differenti sfaccettature. Un esempio lampante ce lo fornisce il
milanese Paolo Castaldi, classe 1982, da sempre attivissimo in varie direzioni, definibili contigue ma
pure autonome, con varietà dell’ispirazione e qualità umana di scelte contenutistiche. Qui stavolta
abbiamo preferito circoscrivere le nostre scelte espositive all’ambito sportivo, perché è quello
meno frequentato da altri e quello invece che mette meglio in evidenza le efficaci capacità di
sintesi espressiva dinamica di questo egregio autore.

 

Più informazioni