Patria ingrata - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Fiori all'occhiello

Patria ingrata

fiori all'occhiello

Pur con tutta la buona volontà civicamente disponibile, rasenta l’autoinganno pensare al nostro BelPaese  come un luogo istituzionale in cui alberga un buon proposito di cura del singolo cittadino.

Lasciando da parte la d-annosa questione del green-pass, altre occasioni fanno scorgere nell’ esercizio del potere istituzionale, in certa sua spocchiosa retorica, una dimostrazione di indifferenza verso il benessere civico. Un esempio a caso: le modalità adottate in relazione al rischio-tabacco e al rischio-ludopatia (slot machine).

Ritornando a bomba sui buoni propositi, il florilegio di notizie, rigorosamente parziali, da parte del circo mediatico sta conducendo alla malessere della faziosità civica.

A latere, volendo conoscere gli esiti di pubbliche discrasie amministrative e/o avere aggiornamenti dalla politica sull’esito di taluni gravosi episodi di cui si è perduta ogni traccia, occorre rivolgersi alla visibilità televisiva, alla notorietà di alcuni report dedicati.

Questa anomalia  per accedere al diritto d’informazione, per ottenere qualsivoglia risposte altrimenti silenziate,  rivela di per sé  l’ oscura macchinosità di un sistema.  E, fatte salve le debite eccezioni, rivela la generale incuranza dell’ Autorità, nelle sue distinte declinazioni, verso il singolo individuo, malgrado i proclami ad effetto scenico.

La comunicazione istituzionale, non solo autoriferita, bensì estesa ad ogni campo dell’agire politico e a prescindere dall’esito, deve essere costante premessa per la completezza dell’informazione, evitando  top secret da guerra fredda  e/o  censure per narrazioni  oltre le verità ammesse, come pare accadere oggidì nel mainstream  della terapia genica sperimentale anti-covid.

In buona sostanza, la categoria etico-umanitaria è latitante anche nel panorama informativo di cui il cittadino è il principale beneficiario.

Senza incappare nell’ ossessione da reset globale, semplicemente si fanno notare certi poco onorevoli comportamenti del potere. Così come  un’ informazione che, invece di produrre elementi di giudizio, non di rado produce elementi di pre-giudizio, d’allarmismo, di separatezza civica. Così come il riuscito intento di anestetizzare con i consigli per gli acquisti.

Merita riflettere su taluni metodi del potere. Magari traendo ironico spunto dall’Epitaffio attribuito ad un amareggiato Scipione l’Africano:  “ingrata patria non avrai le mie ossa”.

 

Più informazioni