Elezioni: seggi aperti oggi dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
In 52 comuni liguri

Elezioni: seggi aperti oggi dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15

Elezioni

Dall’ufficio stampa Regione Liguria

Sono 52 i Comuni liguri chiamati al voto per le elezioni amministrative, che si svolgeranno oggi, domenica 3 ottobre e lunedì 4 ottobre. Sono chiamate al voto 141.708 cittadini. I seggi saranno aperti oggi dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15.
Per accedere al seggio non è obbligatorio il Green Pass ma si dovranno rispettare tutte le normative anti Covid: indossare sempre la mascherina, igienizzare le mani, stare distanziati di almeno un metro nelle file ed evitare assembramenti.
Hanno diritto di voto gli iscritti alle liste elettorali del comune di residenza che abbiano compiuto 18 anni entro il 3 ottobre. Potranno partecipare anche i cittadini di altri Paesi UE che vivono nei comuni coinvolti e che si sono iscritti a una lista aggiuntiva entro lo scorso 24 agosto.
Per votare occorre avere con sé un documento di identità valido e la tessera elettorale: in caso di smarrimento o esaurimento degli spazi per i timbri di avvenuta votazione, potrà essere richiesto un duplicato presso l’Ufficio elettorale del proprio comune di residenza, con il rilascio che avverrà immediatamente.
Diverse le modalità di voto nei Comuni fino a 15mila abitanti o sopra i 15mila abitanti.
Nel primo caso, nei Comuni fino a 15mila abitanti, si può tracciare un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata, oppure sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato. Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.
Nei comuni sopra i 15mila abitanti invece si può tracciare un segno sul candidato sindaco, il voto viene attribuito solo al candidato sindaco. Oppure si può tracciare un segno su una delle liste collegate oppure, ancora, sia sul candidato che su una delle liste collegate: il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri. Si può anche esprimere il voto “disgiunto” tracciando un segno sul candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata. Viene eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Se nessun candidato raggiunge la soglia si torna a votare domenica 17 e lunedì 18 ottobre per il ballottaggio tra i due candidati più votati.
Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome dei candidati consiglieri comunali della lista votata. Nei Comuni con meno di 5mila abitanti si può esprimere una sola preferenza; nei Comuni con più di 5mila abitanti si può esprimere due preferenze solo se riguardano una candidata di genere femminile e un candidato di genere maschile, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Si vota in 52 Comuni della Liguria.

 

Più informazioni