Chiavari: Elena Bono, l'Economica ricorda il centenario della nascita - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Anniversari

Chiavari: Elena Bono, l’Economica ricorda il centenario della nascita

A cento anni della nascita della scrittrice chiavarese Elena Bono, la Società Economica la ricorda con due iniziative: un'antologia e uno spettacolo teatrale. La raccolta di brani verrà presentata il 9 ottobre.

Elena Bono
Elenba Bono

Dalla Società Economica di Chiavari

Nel centenario della nascita di Elena Bono la Biblioteca della Società Economica promuove due iniziative dedicate alla scrittrice

Il 29 ottobre Elena Bono avrebbe spento cento candeline e a sette anni di distanza dalla sua scomparsa, il suo ricordo, ma ancor più la potenza della sua opera, non conosce battute di arresto. Nel primo centenario della nascita della grande autrice la Biblioteca della Società Economica propone due iniziative a lei dedicate.

La prima è la realizzazione di un’antologia intitolata “Chiudere gli occhi e guardare – Centro poesie per cento anni” edita da Edizioni Ares e curata da Stefania Segatori, Francesco Marchitti e Silvia Guidi, con prefazione di Nicola Bultrini. La pubblicazione verrà presentata al pubblico, sabato 9 ottobre, alle 17.30, presso la Sala Ghio Schiffini (via Ravaschieri 15) in un appuntamento dal titolo “Canto quel tutto – Presentazione della raccolta antologica delle poesie di Elena Bono: Chiudere gli occhi e guardare. Cento poesie per cento anni”. Introdurrà Enrico Rovegno, interverranno i curatori e all’attrice Elena Franchi verrà affidata la lettura di alcuni testi tratti dall’antologia. Nella stessa occasione il volume verrà donato alle scuole del territorio affinché possa essere utilizzato per promuovere fra gli studenti lo studio e la conoscenza della poetessa, nativa di Sonnino ma che visse e lavorò a lungo a Chiavari.

La seconda iniziativa sarà una “conferenza-spettacolo” intitolata “Una scrittrice, una città e la sua memoria: ricordando Elena Bono” già in programma il 23 agosto scorso ma annullata a seguito della tragica scomparsa del Sindaco di Chiavari, Marco Di Capua. Ora l’appuntamento, che rientra nel calendario del Festival della Parola 2021, è stato ricalendarizzato e si svolgerà domenica 7 novembre, alle 17.30 presso la sede dell’Economica (sala Ghio Schiffini). L’incontro include la presentazione degli Atti del primo Convegno Internazionale sull’opera della Bono (organizzato dalla Società Economica a Chiavari il 30 maggio 2019, insieme al professor Roberto Trovato, dell’Università di Genova) intitolato “Indagine sull’opera di Elena Bono: la sacralità della parola e la ricerca della verità”. Parteciperanno: oltre all’attrice Daniela Franchi, che leggerà brani tratti dalle opere della Bono (poesia, teatro e narrativa) Roberto Trovato, Enrico Rovegno, Francesco De Nicola e l’editore Goffredo Feretto. Introdurrà gli interventi la giornalista Paola Pastorelli del Secolo XIX. Ingresso libero, con green pass.

Come spiega Enrico Rovegno, responsabile della Biblioteca e Vice Presidente dell’Economica: “Ho fortemente voluto che la nostra Biblioteca, che custodisce l’archivio di Elena Bono, si facesse promotrice di queste due iniziative in occasione dell’anniversario della sua nascita. In merito all’antologia poetica, che presenteremo il prossimo 9 ottobre, mi piace evidenziare che si tratta di una novità editoriale, che conferma la ripresa di interesse del mondo letterario per l’opera di Elena Bono. Si tratta, infatti, della prima antologia dedicata alle poesie della scrittrice, finora disponibili soltanto nell’Opera Omnia uscita quando essa era ancora in vita ad opera del suo storico editore, Le Mani. L’antologia prende il titolo da un verso cardine, programmatico: Chiudere gli occhi e guardare. I curatori, Francesco Marchitti, Silvia Guidi, Stefania Segatori, hanno scelto di selezionare cento testi per condurre i lettori attraverso il mondo poetico della Bono. E’ un vero e proprio tuffo nei versi che vanno dalla prima all’ultima raccolta, non però secondo un ordine cronologico, ma seguendo il percorso tracciato dai temi più cari all’autrice, dal mondo classico come valore inesausto e forse inesauribile alla Storia come manifestazione del divino, dal senso religioso come dimensione dello spirito al dialogo con la natura. La Società Economica ha deciso, per promuovere la lettura di questa straordinaria scrittrice con un occhio di riguardo per i giovani, che essa tanto amava, di patrocinare la pubblicazione e, nel giorno della prima presentazione nazionale dell’antologia, regalarne alcune copie alle biblioteche delle scuole del territorio, oltre che alle biblioteche pubbliche del Tigullio”.

 

Più informazioni