Camogli: un "mostro edilizio", nel parco di Portofino - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente& sicurezza

Camogli: un “mostro edilizio”, nel parco di Portofino

Un 'mostro edilizio' nel parco di Portofino; ora si prospetta la possibilità di demolirlo

Chissà se, prima o dopo, come è avvenuto alla Palmaria, qualcuno si accorgerà che nel perimetro del parco regionale di Portofino esiste un mostro edilizio da eliminare. A Camogli ogni tanto arriva qualche foresto che riesce a convincere gli amministratori di essere un “baciato dal Signore” e ad ottenere ciò che vuole, senza paletti di sorta. Così negli anni Sessanta padre Mereu, che oggi riposa in Paradiso, ottenne di aprire una scuola per specialisti di bordo (Istituto Barsanti) sostenuta dagli armatori; idea ottima che diede risultati concreti anche nel campo del lavoro. Oltre a fruire della Casa della Provvidenza che ospitava studenti provenienti da altre regioni, fu eretto però, nella collina del Castellaro, Parco di Portofino, la costruzione di un mostruoso edificio a più piani degno di una periferia. Poi alla bella favola giunse la parola “fine”.

Oggi lo stabile è sede di una succursale dell’Istituto alberghiero “Marco Polo” che, una volta che la città metropolitana avrà approvato il progetto definitivo e appaltato i lavori, dovrebbe trasferirsi a Recco nell’ex edificio delle Maestre Pie; lavori finanziati con 5.600.000 euro.

Con tale prospettiva si può già parlare del futuro dell’ex Barsanti. Privo tra l’altro di ogni regola antisismica e che necessiterebbe di costosissimi lavori di manutenzione. Il mostro edilizio, di proprietà comunale, potrebbe lasciare il posto a tre campetti con servizi, meglio inseriti in un parco che aspira a diventare nazionale; ciò permetterebbe al Comune di ottenere un congruo risarcimento dal ministero dell’Ambiente.

Più informazioni