Camogli: crollo loculi, il sindaco è tra gli indagati - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Indagini

Camogli: crollo loculi, il sindaco è tra gli indagati

Crollo loculi al cimitero di Camogli. Ieri la procura, a sette mesi esatti dall'accaduto, ha reso noto che il sindaco Francesco Olivari è iscritto nel registro degli indagati. E non è il solo, anche se il suo è il solo nome fatto.

Francesco Olivari

Ieri, a sette mesi esatti dal crollo dei loculi del cimitero di Camogli che ha trascinato a mare i resti di 415 defunti, la Procura di Genova ha reso noto che il sindaco, il geologo Francesco Olivari è tra gli indagati assieme a due tecnici del Comune e ad un numero imprecisato di altre persone che negli anni si sono occupate del cimitero. Precisiamo che indagato non significa né rinviato a giudizio né tantomeno condannato. Oggi la Repubblica genovese con grande rilievo e il Secolo con minore visibilità, danno notizia dell’iscrizione di Olivari nel registro degli indagati.

Ciò dopo che il Tribunale ha preso visione della perizia  affidata a Claudio Scavia docente a Torino. Olivari era già in carica nel 20214 quando un dossier redatto dall’Università di Genova denunciava il rischio crollo della falesia su cui poggiavano i loculi crollati; secondo non vennero posti sensori, come avvenuto ad esempio nella parete rocciosa sottostante la frazione di San Rocco, per avvertire di eventuali movimento rocciosi. L’inchiesta giudiziaria avrà un’accelerazione nelle prossime settimane.

 

Più informazioni