Chiavari, proseguono le riprese del film "Il Morso del Ramarro" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Scene

Chiavari, proseguono le riprese del film “Il Morso del Ramarro”

Tratto dal libro della scrittrice di fama nazionale Valeria Corciolani

riprese del film morso del ramarro

Da Cima Proud riceviamo

A Chiavari le riprese ufficiali del film “Il Morso del Ramarro”, tratto dal libro della scrittrice di fama nazionale Valeria Corciolani, stanno proseguendo come previsto dal piano di lavorazione e, all’interno dello staff, si sta creando e rafforzando sempre più un forte affiatamento sinergico.

Il Presidente della Società di Produzione Cinematografica di Chiavari Cima Prod – Nerio Bergesio – e la regista – M.Lodovica Marini – fanno sapere che “Ci teniamo a ringraziare il Comune di Chiavari, in particolare il Sindaco Silvia Stanig, che ci sta sostenendo e supportando nella realizzazione pratica del film sul territorio chiavarese. Rivolgiamo un sentito grazie ai Vigili Urbani che sono attivamente intervenuti non solo a bloccare il traffico in strada per permettere lo svolgimento delle riprese, ma anche a recitare, e bene, prendendo parte allo sviluppo del film. Stiamo percependo, in modo molto forte e sentito, il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei cittadini, che seguono ovunque – dai balconi o in strada – le riprese in diretta nelle diverse location. E’ emozionante e adrenalinico vivere questo contatto diretto con il pubblico che partecipa con curiosità e interesse, dimostrando di volerci seguire fin d’ora. Un grazie al Presidente della Croce Rossa di Gattorna Paolo Boccardo che, oltre a recitare, ha temporaneamente prestato l’ambulanza necessaria allo svolgimento della scena tratta dal libro. Un infinito grazie al panificio Barbieri che, con una graditissima sorpresa, ci ha gentilmente offerto un cabaret di focaccia che ha fatto recapitare direttamente sul set. Questa forte condivisione e collaborazione collettiva ci sprona e motiva sempre più nel proseguire il nostro impegno professionale nel “Morso del Ramarro”.