Sesta Godano: quando i Cerchi arrivarono a Mangia - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Storia

Sesta Godano: quando i Cerchi arrivarono a Mangia

La storia dei Cerchi fuggiti da Firenze e stabilizzatisi, in parte, a Mangia frazione di Sesta Godano

Dall’associazione sportiva Mangia Trekking

Mirco Manuguerrra, presidente del Centro Studi Danteschi di Lunigiana, ed il Prof. Egidio Banti alla presenza di tante persone della cultura, provenienti da ogni parte di Toscana e Liguria, con le loro importanti relazioni derivanti da anni di studi dedicati all’argomento, hanno finalmente, fatto luce su Mangia e sulla famiglia dei Cerchi. Una famiglia di cui Dante era fiero simpatizzante, ma che in seguito, a causa delle loro continue contese e divisioni finirono per non godere più a pieno, del suo sostegno e divennero veri e propri peregrinanti. Infatti i Cerchi più vicini al Papato qualche anno dopo la contesa con la famiglia Donati poterono tornare in Firenze. Gli altri si racconta che  continuarono a dividersi ed infine percorrendo la valle del Mangiola e poi del Mangia giunsero in un luogo che ritennero ideale per edificarvi la loro dimora stanziale.

Tra il 1609 ed il 1639 si stabilirono nell’area compresa tra la Cappella di Citorarda (in dialetto Situarda) e la Cappella dei Cerchi in località Casarecchio di proprietà di Pasquale Cerchi. Uno studio particolare conferma infatti che il primo abitato di Mangia fosse proprio circoscritto a quell’area. Altri elementi circa l’Alta Via dei Monti Liguri fino alle montagne francesi, percorsa da Dante, ed i sette secoli di sentieri attraversati dai Cerchi in Val di Vara hanno concluso le due conferenze.

Un’Attività di Alpinismo Lento tra Mangia e Cornice con visita alla seicentesca Cappella della Madonna della Neve in Casarecchio: la Cappella dei Cerchi. Una visita Culturale a Mulazzo al Museo Casa di Dante dove il presidente Manuguerra ha tenuto una interessante lezione su Dante e la geografia della Lunigiana storica, Un pellegrinaggio di più giorni sulle vie percorse dai Cerchi (con sosta notturna al Passo dei Casoni) ed una ricca degustazione di prodotti tipici locali all’arrivo a Mangia hanno concluso e permesso di festeggiare  un’attività di Alpinismo Lento tra le più interessanti che per la prima volta, come hanno affermato i due conferenzieri ha portato Dante nel cuore della Val di Vara.

 

Più informazioni