Lavagna: piana Entella, le richieste a Toti firmate da 5 sindaci - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sicurezza & ambiente

Lavagna: piana Entella, le richieste a Toti firmate da 5 sindaci

I cinque sindaci di Leivi, Carasco, Cogorno, Lavagna e Chiavari inviato Toti a far redigere un aggiornato programma per la mitigazione del rischio idraulico sulla piana dell'Entella

Piana Entella

Dal Comune di Lavagna riceviamo e pubblichiamo l’ordine del giorno relativo alla richiesta di avvio dell’oter amministrativo per la stipula di un accordo di programma per la mitigazione del rischio idraulico sulla piana dell’Entella

l comuni della piana dell’Entella, Carasco, Chiavari, Cogorno, Lavagna e Leivi, concordemente tra loro,
considerata la richiesta di avvio del procedimento ai sensi dell’art. 138, comma 1, del D.Lgs. n. 42/2004 e s,m, e la proposta dichiarazione di notevole interesse pubblico della Piana dell’Entella, ai sensi dell’art. 136, comma 1, lett. c) e d) del D.Lgs. 42/2004 e s.m.,

preso atto della avvenuta comunicazione da parte del Presidente della Regione Liguria, dott. Giovanni Tati del 6 agosto 2021, prot. pg12021/287.011 con cui si precisava che raccordo di programma del 27.11.2013 non produce alcun effetto, non essendo intervenuto il provvedimento di approvazione da parte del presidente della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 34, c. 4del D. Lgs. n. 267/2000,ne risulterebbe mai stato nominato il Collegio di Vigilanza, ritenuta sussistente in difetto di efficacia dell’Accordo di Programma una grandissima preoccupazione per la totale assenza di interventi
di mitigazione del rischio idraulico sulla Piana dell’Entella con evidente grave ricaduta in termini di incolumità per tutti coloro che risiedono, lavorano ed operano nella Piana deII’Entella.

chiedono di assumere tutti i provvedimenti necessari per giungere alla definizione di Accordo di programma che abbia ad oggetto la mitigazione del rischio idraulico della Piana deII’EntelIa nonché la realizzazione di tutte le infrastrutture necessarie allo sviluppo del territorio e confermano l’unitarietà di intenti nel giungere in tempi estremamente rapidi alla conclusione delle proprie richieste.