Entella, Primavera non pervenuta: il Venezia ne fa sette - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Batosta casalinga

Entella, Primavera non pervenuta: il Venezia ne fa sette

Una partita da cancellare subito per gli uomini allenati da Massimo Melucci

calcio, calciatore, pallone

Dal sito ufficiale della Virtus Entella

Campionato Nazionale Primavera 2 Girone A 2° Giornata

ENTELLA – VENEZIA 1 – 7 11°,45°, 65° Pecile, 29°,62°Devries, 52°Jonsson, 72°Tosi r, 82° Makadji

Entella: Pastine (78’Rinaldini), Tassotti, Di Mario, Crognale, Giammaresi (18’Babliuk), Bignone, Maresca, Trocino (54’Banfi), Thioune (54’Mazzotta), Antognoni, Tosi.

A disp.: Andreazza, Coly, Lofoco, Langella, Matarozzi, Santonocito, Bartolozzi, Valera. All. Melucci

Una partita difficile da decifrare quella al Daneri di Caperana. Il risultato parla chiaro anche se figlio di diverse componenti. La giornata non inizia bene per la squadra di Melucci che, gia priva di Prosdocimi,Macca e Alesso tutti in prima squadra, nel riscaldamento perde Lofoco. Al suo posto Giambarresi il quale dopo il primo quarto d’ora si infortuna a sua volta lasciando il posto a Babliuk con Maresca spostato a fare il centrale inedito.

Il Venezia ha investito molto sulla sua Primavera acquistando tanti stranieri e confermando buoni profili. Anche un po di sorte nei primi due gol veneziani con le conclusioni di Pecile e Devries deviate da un difensore di casa ad ingannare Pastine. L’Entella fatica a costruire gioco come fa di solito e i lagunari ne approfittano per trovare il 3 gol prima della fine del tempo ancora con Pecile. Nella ripresa non cambia la sostanza con i veneziani ancora a segno 3 volte in poco più di 10 minuti con Jonsson, Devries e il solito Pecile autore di una tripletta.

L’Entella prova una reazione d’orgoglio che porta al rigore trasformato da Tosi annullato di fatto dal settimo gol siglato da Makadji. Una gara insomma da dimenticare in fretta e recuperare al più presto gli infortunati.