Chiavari: nomina di Ferrara ad assessore; tante domande - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Chiavari: nomina di Ferrara ad assessore; tante domande

Ferrara assessora

Alessandra Ferrara  sarà un’ottimo assessore al Bilancio come lo è stata a Rapallo. La sua nomina è certamente corretta e legittima come per altro avrà confermato il segretario comunale di Chiavari. Il punto è un altro: a seguito della sua nomina, un altro assessore dovrà dimettersi?  L’interpretazione delle leggi potrebbe sollevare qualche dubbio. Era indispensabile nominare un nuovo assessore quando nessun consigliere è subentrato a Marco Di Capua? Ripetiamo: la nomina  di un nuovo assessore è vincolata al “licenziamento” di un collega? Ed è possibile che il numero degli assessori pescati all’esterno del Consiglio sia superiore al numero di chi, per avere le deleghe, ha dovuto dimettersi dal Consiglio?  Corticelli e Stanig erano primi dei non eletti; Bisso non era candidato e Ferrara era stata eletta, ma in un altro Comune.

Tra le domande al momento senza risposta: Stanig terrà per sé la delega all’Urbanistica? E ancora: Ferrara ha detto al Secolo che Di Capua l’aveva invitata a dare la disponibilità a farsi nominare presidente del Collegio dei revisori. Perché non è stata seguita la volontà di Marco Di Capua? Perché lei stessa aveva rinunciato all’incarico? Perché non è stata nominata assessore al Bilancio Michela Canepa vedova Di Capua? (m.m.)

 

Più informazioni