Balneari: politica in attesa del parere del Consiglio di Stato - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Demanio

Balneari: politica in attesa del parere del Consiglio di Stato

Balneari e concessioni demaniali. Al momento tante chiacchiere, ma ogni decisione dovrà tenere conto del parere del Consiglio di Stato che si riunirà per esaminare la complessa questione il 20 ottobre

spiaggia

Volge al termine la stagione balneare (e che stagione) e dopo il periodo del lavoro (dei concessionari) inizia quello delle chiacchiere (dei politici e non solo). Ogni decisione in merito alla durata delle concessione verrà assunta dopo il parere espresso dal Consiglio di Stato a sezioni riunite che anziché  il 13 ottobre come previsto, si riunirà mercoledì 20 ottobre per iniziare a esaminare la complessa situazione.

Al termine dirà se lo Stato debba rispettare la legge Centinaio (la 145 del 2018) e prorogare le concessioni fino al 2033. Se così fosse, tutti Comuni dovranno adeguarsi e firmare la proroga.

Se così non fosse, tutte le ipotesi resterebbero aperte e sarà l’europeista Draghi a pronunciarsi; fino ad oggi non lo ha fatto e gli sono state solo attribuite ipotesi.

Si possono fare previsioni? Lo abbiamo chiesto a Massimo Stasio, concessionario di stabilimenti balneari e presidente del sindacato provinciale Sib: “Penso che ci sarà una soluzione all’italiana. Un compromesso. Proroga delle concessioni anziché al 2033 al 2030 o 2031”.

 

Più informazioni