Chiavari: don Luigi Ciotti e la libertà - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Chiavari: don Luigi Ciotti e la libertà

Generico settembre 2021

Questa sera in piazza N. S. dell’Orto si è radunata molta gente per ascoltare don Luigi Ciotti che trattava il tema “Liberare la libertà”. Il fondatore del Gruppo Abele, sorto nel 1965, ha lanciato un accorato appello perché ciascuno si impegni ad aiutare coloro che hanno perso la libertà a causa della povertà, della guerra, della droga, delle varie forme di violenza. Oggi più che mai c’è bisogno di persone che rispondano al compito di sacrificarsi per gli altri, sull’esempio di Cristo.

Di troppe realtà negative si dà la colpa alla pandemia ma don Ciotti ha citato dati dell’Istat precedenti al Covid che testimoniano di un’Italia oppressa dalla disoccupazione, dalla mafia e dalla corruzione. Durante la pandemia invece abbiamo assistito al proliferare di forme di volontariato efficiente e generoso. È giusto tuttavia alzare la voce, in modo civile, quando persistono discriminazioni, violenze e ingiustizie.

Ad ascoltare questo sacerdote straordinario, che continua ad occuparsi degli ultimi e più poveri, c’erano il vescovo mons. Giampio Devasini, Fiammetta Maggio, Gian Luca Ratto, Giorgio Canepa.

Generico settembre 2021
Generico settembre 2021
Generico settembre 2021
Generico settembre 2021
Generico settembre 2021