Chiavari: "Falsi sordomuti chiedono soldi, diffidate" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Truffe

Chiavari: “Falsi sordomuti chiedono soldi, diffidate”

Faldi disabili per impietosire le persone e chiedere loro soldi. Diffidate

Falsi sortumuti

Da Rosangela Arpe, presidente associazione sordomuti -Corso Millo Chiavari

Sono Rosangela Arpe, Presidente dell’Associazione sordi del Tigullio, desidero segnalarvi quanto segue per darne opportuna divulgazione tra i canali di comunicazione sensibili e attenti al mondo degli individui sordi e alla tutela delle persone con disabilità in generale. Stamattina mi è stata segnalata da fonte certa, la presenza nel Tigullio di persone che, fingendosi sorde, chiedono soldi ai passanti.

Trovo altamente meschino, scorretto e disonesto qualsiasi inganno che consenta il furto e l’appropriazione indebita.

Lasciatemi dire che farlo fingendosi persona portatrice di handicap è quanto di più scorretto e deplorevole possa accadere.

Invito tutti a diffidare da simili richieste denunciando eventuali presenze moleste alle forze dell’ordine.

Noi, in quanto comunità sorda viviamo con grande dignità il nostro quotidiano chiedendo alla gente di collaborare con noi per abbattere le barriere che non facilitano la comunicazione. Questo è il nostro primario obiettivo. Eventuali richieste di contributi sono sempre subordinate a progetti ben definiti e gestiti da organi ufficiali, mai e poi mai da persone che agiscono singolarmente.

Chiedo collaborazione per tutela nostra ma anche del cittadino sensibile e generoso, spesso anche anziano, che facilmente può essere tratto in inganno per buon cuore.

Grazie per la vostra collaborazione e per l’aiuto a divulgare questa notizia.

 

Più informazioni