Camogli: San Prospero, reliquie in processione a dorso di un asino - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tradizioni

Camogli: San Prospero, reliquie in processione a dorso di un asino

A Camogli i padri olivetani benedettini hanno proposto in maniera originale la processione dedicata al patrono. Moltissimi i fedeli che hanno preso parte al rito religioso

Significativa cerimonia ieri al monastero di San Prospero a Camogli in omaggio al proprio patrono. In un momento in cui tante tradizioni religiose sembrano svanire, i padri olivetani benedettini hanno riproposto, in maniera originale ma guardando alle radici del culto del vescovo di Tarragona (morto mentre andava a Roma, nel punto dove poi è sorto il monastero). Così in processione le reliquie del santo sono state portate a dorso di un mulo. Il corteo religioso ha percorso via Romana, dopo la benedizione della facciata del monastero recentemente restaurata.

Erano presenti, accolti dal priore dom Marco Beda Pucci e da padre dom Francesco Beda Pepe, monsignor Alfonso Badini Confalonieri, vescovo emerito di Susa, i sindaci di Camogli Francesco Olivari e di Recco Carlo Gandolfo; il consigliere comunale di Genova Stefano Anzalone; gli assessori Italo Mannucci (Camogli), Francesca Aprile (Recco), il consigliere comunale Pippo  Maggioni (Camogli). Alla processione hanno partecipato la filarmonica “Rossini” di Recco e la Confraternita dell’Addolorata di Camogli.

In serata, prima del Premio San Prospero, è stata benedetta e inaugurata la facciata restaurata lato nord del monastero.

 

 

Più informazioni