Minacce a Toti sui canali Telegram: indagano la Digos e la Polizia Postale - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Indagini

Minacce a Toti sui canali Telegram: indagano la Digos e la Polizia Postale

Al momento sono otto le persone indagate per minacce.

Polizia Postale

Gli insulti dei No Vax al presidente della Liguria Giovanni Toti finiscono al centro di un’indagine della Digos di Genova e degli investigatori della polizia postale. A darne notizia l’agenzia Ansa.

Gli inquirenti hanno visto che alcuni partecipanti alle chat finite nel mirino avrebbero lanciato diverse azioni di “disturbo”: dall’occupazione dei binari, ai presidi sotto i palazzi delle istituzioni fino al sabotaggio delle campagne vaccinali, anche se finora nessuna di queste proteste ha visto una adesione massiccia.

Le chat di Telegram dei No vax facinorosi però non sono facilmente raggiungibili: come hanno appurato gli inquirenti si può arrivare ai canali sono dopo alcuni step, passaggi di chat in chat fino all’approdo a quelle più riservate.

Inoltre, stando sempre a quanto riporta l’Ansa, nei vari gruppi gli utenti avrebbero ruoli ben determinati. Al momento sono otto le persone indagate per minacce. L’idea della procura è quella di riunire i vari fascicoli e di contestare eventualmente lo stalking e l’istigazione a delinquere.

Più informazioni