Lettere/ "Asl-4, le carenze e i consiglieri regionali" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sanità

Lettere/ “Asl-4, le carenze e i consiglieri regionali”

ospedale rapallo
L'ospedale di Rapallo

Da Marco Marchi

Sul vostro media spesso e volentieri si leggono comunicati da parte di appartenenti politici della maggioranza regionale, che ringraziano i vertici dell’Asl per aver affrontato un problema, come se non fosse un loro compito abituale ma un risultato eccezionale, come l’aver istituito la guardia medica nell’entroterra.

Forse si dimenticano che tali vertici sono stati nominati da loro, che la sanità pubblica e la sua funzionalità è di loro responsabilità. Dovrebbero spiegare ai cittadini come mai esistono e continuano ad aumentare i laboratori privati per analisi e diagnostica e non sono adeguati quelli pubblici. Come mai ancora in alcune zone mancano i defibrillatori, come per esempio a San Lorenzo frazione di Santa Margherita. Come mai i tempi di permanenza di pazienti ed accompagnatori presso il pronto soccorso di Lavagna sono estremamente lunghi, come mai nessuno parla di potenziarlo.

Questa pandemia dovrebbe insegnare ad un cambiamento di rotta nella gestione della sanità in Liguria potenziando le strutture pubbliche e la sanità territoriale. Ringrazio anticipatamente i consiglieri regionali che vorranno partecipare al cambiamento.

 

Più informazioni