Camogli: San Prospero, festa unificata in basilica e al monastero - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Camogli: San Prospero, festa unificata in basilica e al monastero

san prospero

Le tradizioni religiose spesso, quasi inavvertitamente, si modificano; il covid aiuta e, infatti, anche quest’anno per le tradizionali feste patronali di settembre a Camogli, non è possibile effettuare la processione. Fino agli anni Ottanta le processioni erano due: una il sabato per San Fortunato, la seconda la domenica per la Madonna del Boschetto. Fu l’arciprete don Ezzelino Barberi, di fronte ad un costante impoverimento di fedeli al seguito, a limitare ad una sola, al sabato: un anno con l’arca di San Prospero e l’anno successivo con la Madonna del Boschetto; festività quest’ultima che sembra dimenticata e assorbita da quella solenne del 2 luglio.

Fortunatamente c’è invece un accordo tra la parrocchia e il monastero di San Prospero (che celebrava il proprio patrono una settimana dopo) ad unificare le celebrazioni la cui giornata clou sarà sabato 4 settembre al monastero e domenica 5 in basilica.

Sabato 4 al monastero di San Prospero, alle 19 è previsto l’arrivo delle reliquie del patrono a dorso di un asino con l’accompagnamento della Filarmonica “Rossini” di Recco (la Banda “Città di Camogli” sarà impegnata nel “Barcheggio”), per ricordare la tradizione che decise chi avrebbe ottenuto i resti mortali del futuro santo; alle 19.30 canto solenne del vespro. Alle 20.45 benedizione e inaugurazione della facciata restaurata e, alle 21, la consegna del Premio San Prospero cui  seguirà un momento conviviale.

Domenica 5 in basilica alle 11 messa solenne presieduta da monsignor Alfonso Badini Confalonieri ; la messa sarà animata dalla Schola Cantorum del monastro diretta dal priore dom Marco Beda Pucci. Al termine benedizione della città e del mare.