Blocco stazioni, Orsa: "Non bloccate i treni" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Protesta no green pass

Blocco stazioni, Orsa: “Non bloccate i treni”

Il sindacato: "Ci auguriamo che i veri No Vax prendano le distanze da questi comportamenti".

InterCity

Dall’ufficio stampa di Orsa Liguria

Il primo settembre dalle 14.30 il gruppo No Vax “Basta dittatura” ha organizzato una protesta contro l’obbligo del Green pass in 54 stazioni italiane tra cui di Genova Piazza Principe.

«Se non ci fanno partire senza passaporto schiavitù non partirà nessuno» affermano sul gruppo telegram che guida queste manifestazioni contro la cosiddetta “dittatura sanitaria”.

Il gruppo conta più di 41000 iscritti, ma oltre a manifestazioni pacifiche e presidi contro il “passaporto schiavitù” vengono pianificate e promosse anche forme persecutorie verso esponenti del mondo della medicina, della politica, del giornalismo, del sindacato. Alcuni esponenti del gruppo cercano indirizzi, numeri di telefono e dati sensibili per inondare di insulti e terrorizzare chi non la pensa come loro.

Come Orsa Ferrovie Liguria condanniamo queste forme di violenza perpetrate in virtù della libertà di scelta. Ogni atto violento è un atto che non ha nulla che vedere con la libertà.

Ci auguriamo che i veri No Vax prendano le distanze da questi comportamenti che altro non fanno che fomentare odio e che domani i presidi nelle stazioni vengano organizzati in modo pacifico, senza ostacolare chi cerca di tornare alla normalità e portare lo stipendio a casa dopo questo periodo durissimo.