Lettere/ "Camogli: mancanza di acqua in via Aurelia Caserosse" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Disservizi

Lettere/ “Camogli: mancanza di acqua in via Aurelia Caserosse”

Località Case rosse lungo la via Aurelia a Camogli soffre per la mancanza d'acqua, forse a causa dell'insufficiente pressione. La moltiplicazione degli abitanti e il maggior uso d'acqua non giustifica il disservizio

senza acqua

Da Eleonora Bozzo Camogli

Invio copia della email inviata al Sindaco di Camogli, alla Prefettura di Genova e all’Iren, mettendo sotto asterisco i dati sensibili .

Mi chiamo Eleonora Bozzo, abito in via Aurelia ** a Camogli (GE) Liguria  Italia ,
ho segnalato con numerosissime email e telefonate la precaria situazione idrica della mia abitazione e dei miei vicini tutti: da giugno di quest’anno sono continui gli abbassamenti di pressione dell’acqua potabile, servita da IREN, fino alla totale mancanza.
Porto ad esempio la giornata di oggi 29.08.2021, fino alle h.7 circa c’era acqua, poi progressivamente si è abbassata la pressione, fino ad non avere più acqua dalle h.9.15 fino alle 13.30 circa.
Poi si è avuta una erogazione normale fino alle 18.30. Dopo si è abbassata nuovamente la pressione fino ad non avere neppure una goccia di acqua dalle h.19 fino alle 20 circa. Dalle 20 è ripresa l’erogazione lentamente ma è diventata utilizzabile solo alle h.20.30.

Questo accade  quotidianamente, cambia leggermente la fascia oraria nei giorni feriali .

Ho segnalato il problema ai centralini IREN moltissime volte, ho scritto email ma nulla.
La situazione è paradossale in quanto vivo sulla via  Aurelia SS1 al km .503* non in cima ad un monte con le aquile.
Il mio impianto non ha nulla e neppure quello dei miei vicini.
Ho due utenze IREN che pago regolarmente i cui numeri di servizio sono 141**** e  268**** .

Inutile ricordare che l’utenza da contratto dovrebbe essere fornita anche di pressione tale da poter essere utilizzata per gli usi domestici , ma questo non è assolutamente garantito negli ultimi due mesi per la zona in cui abito.
Inutile ricordare che a Camogli l’acqua ,con tutti gli oneri e accessori viene pagata come fosse benzina ,e siccome l’acqua ,come materia prima viene fornita direttamente con la pioggia quello che si paga è il servizio e la manutenzione , che nella mia zona è a dir poco lacunosa e scadente ,per usare un eufemismo .
Credo che l’acqua potabile così profumatamente pagata dovrebbe essere un bene essenziale e necessario ma per questa zona di Camogli,nelle sperdute lande della statale 1 ,la prima strada del mondo civilizzato ,non è così.

Per completezza di informazione, in centro a Camogli, questo fenomeno non si verifica e nessuna piscina di Hotel e privata e/o pubblica, allacciata alla rete potabile, ha sofferto di penuria idrica, solo noi della landa desolata e dimenticata di via Aurelia Caserosse dobbiamo avere le taniche in bagno e fare la doccia in notturna .

 

Più informazioni