Pesca del Gambero, Coldiretti: "Rivedere urgentemente le norme" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Norme

Pesca del Gambero, Coldiretti: “Rivedere urgentemente le norme”

Boeri e Rivarossa: "Stiamo parlando di oltre 200 famiglie messe in crisi e senza nessun tipo di garanzia"

gambero rosso (ph Santa Margherita su fb)

Da Coldiretti Liguria

Tregua apparente sulla questione della pesca del gambero di profondità con la proroga al 5 settembre 2021 che evita, solo momentaneamente, lo stop alle imbarcazioni che svolgevano la pesca prevalente del gambero di profondità. E’ quanto afferma Coldiretti Liguria nel sottolineare che il problema non è risolto e, anzi, si pone ancora nell’immediato e anche per il prossimo anno.

“Va presa una strada che sia quella definitiva poiché il 5 settembre è ormai alle porte e non si possono mettere le barche in disarmo – afferma Daniela Borriello, Responsabile Coldiretti Impresa Pesca Liguria -. Dare la possibilità alle barche che svolgono prevalentemente la pesca del gambero di profondità di pescare anche altri tipi di pesci è solo una soluzione temporanea insieme a quella di fissare al 40% la quantità di gamberi rispetto all’intero pescato. Va modificato con urgenza il decreto dove sono indicate le giornate massime di pesca e rivisto alla base il metodo di questi conteggi che penalizza fortemente i pescatori liguri”.

“Stiamo parlando di oltre 200 famiglie messe in crisi e senza nessun tipo di garanzia. Si tratta, oltretutto, di imprese che hanno già dovuto far fronte alla crisi generata dalla pandemia – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – e che hanno un ruolo fondamentale anche per il mantenimento dell’intero ecosistema marino, eliminando rifiuti che troppo spesso incautamente vengono abbandonati. In questo modo si darebbe adito ad incrementare l’arrivo di pesce dall’estero, di cui non possiamo garantire ai consumatori la tracciabilità e la freschezza”.

Più informazioni