Camogli, giovedì 2 settembre omaggio a Bach con Bagliano e Coen - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Alle 21.15

Camogli, giovedì 2 settembre omaggio a Bach con Bagliano e Coen

L'ingresso è gratuito ed è necessaria la prenotazione

Generico agosto 2021

GPM Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso newsletter

Altro appuntamento con il Festival Camogli in musica, Giovedì 2 settembre alle ore 21,15 all’oratorio dei Santi Prospero e Caterina: Stefano Bagliano e Andrea Coen presenteranno il loro ultimo CD pubblicato da Brilliant Classic e interamente dedicato alle opere per flauto dolce e clavicembalo di J. S. Bach.

Stefano Bagliano è uno fra i solisti di flauto diritto che oggi si stanno facendo maggiormente apprezzare a livello nazionale ed internazionale. Diplomatosi al Conservatorio “Pollini” di Padova, si è perfezionato in flauto dolce e musica antica con F. Brüggen, K. Boeke, W. Van Hauwe e P. Memelsdorff e in direzione d’orchestra con F. Dorsi. Ha eseguito circa 700 concerti in veste di solista per prestigiosi festival e istituzioni in USA, Giappone, Canada, Cina, Israele, Turchia e tutta Europa. E’ fondatore e direttore dell’ensemble con strumenti d’epoca Collegium Pro Musica, con cui si è esibito dirigendo celebri cantanti come Emma Kirkby, Roberta Invernizzi e Catherine King, e co-fondatore del Quartetto italiano di flauti diritti Icarus. Come solista ha effettuato oltre 20 incisioni discografiche per le etichette Brilliant, Stradivarius, Dynamic, Musicaphon, ASV Gaudeamus, Tactus, Nuova Era, ottenendo entusiastici riconoscimenti a 5 stelle dalla critica europea e americana. Attivo anche in campo didattico, ha tenuto e tiene corsi, seminari e masterclasses in tutti il mondo. E’ docente di flauto dolce e musica da camera per voci e strumenti antichi presso il Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria.

Laureatosi in Lettere presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e diplomatosi in clavicembalo presso il Royal College of Music di Londra, Andrea Coen si è specializzato in clavicembalo con T. Koopman, D. Collyer e D. Chorzempa, in organo con W. van De Pol e in fortepiano con A. Curtis, G. Wilson e P. Rattalino. È uno specialista della musica per tastiera del XVIII secolo, di cui ha curato edizioni critiche e che ha inciso frequentemente. Di Cimarosa, conosciuto soprattutto come operista, ha curato l’edizione critica delle 88 sonate per cembalo e fortepiano (che ha in seguito proposto in concerto e poi inciso integralmente) e l’edizione critica del Sestetto primo, rivelandone così l’importante anche come compositore di musica strumentale. Come clavicembalista, organista e fortepianista ha suonato in Italia e all’estero per importanti festival come le stagioni dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, il Festival de Beaune in Francia, il Festival di Musica Antica di Innsbruck, il Bach Festival di Riga, il Festival di Bratislava e molti altri. Ha al suo attivo registrazioni per diverse case discografiche.

L’ingresso è gratuito ed è necessaria la prenotazione. In ottemperanza alle vigenti norme sanitarie, sarà richiesta all’entrata l’esibizione del green pass.

Per informazioni potete consultare il nostro sito www.gpmusica.info o la nostra pagina Facebook; è anche possibile contattarci alla nostra mail gpmusica@libero.it o al nostro numero WhatsApp 3395839136. In occasione del concerto, sarà possibile rinnovare la propria associazione al GPM, per aiutarci a realizzare i nostri progetti.