Paralimpiadi Tokyo, bis di Bocciardo: il genovese oro anche nei 100m stile libero - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Altro oro

Paralimpiadi Tokyo, bis di Bocciardo: il genovese oro anche nei 100m stile libero

L'Azzurro: "Se è un sogno non svegliatemi". Cuozzo (Cip Liguria): "Ragazzo eccezionale, merita i successi che sta ottenendo"

francesco bocciardo

Dal Comitato Paralimpico Liguria

Con una rimonta strepitosa il genovese Francesco Bocciardo ha vinto i 100 metri stile libero categoria S5 di nuoto alle Paralimpiadi di Tokyo. Secondo oro personale raccolto dall’azzurro al Tokyo Aquatics Centre.

Una partenza in ricorsa a inseguire gli atleti cinesi che forti del tuffo (per Bocciardo partenza da dentro la piscina), hanno subito messo metri di distanza tra loro e l’Azzurro. Al passaggio ai 50 metri Bocciardo era quinto, poi lo sprint finale con l’accelerata, il recupero e il sorpasso arrivato all’ultimo. Primo in 1’09″56 davanti al cinese Lichao Wang (+0,89), terza posizione per il brasiliano Daniel De Faria Dias (+1’24). Per Bocciardo è il bis dopo la vittoria di ieri nei 200 metri stile libero categoria S5.

Emozionato e felicissimo Bocciardo in zona mista al termine della gara: “Ce l’abbiamo fatta, non ci speravo. Era più difficile rispetto a ieri. Dovevo sfruttare le mie caratteristiche da duecento metrista, passare forte ai 50 e chiudere ancora più forte. I miei avversari erano dei velocisti puri. Non ci credevo ma mi sono detto ‘proviamoci’. L’allenatore mi ha detto che gli ultimi 20-25 metri sarebbero stati decisivi. Quando loro iniziavano a cedere dovevo andare a cannone, e così è stato. Non posso essere più felice di così, se questo è un sogno non svegliatemi” ha concluso il nuotatore genovese.

Soddisfatto il presidente del Comitato Paralimpico Liguria Gaetano Cuozzo: “Francesco è un ragazzo eccezionale che merita i successi che sta ottenendo. E’ la dimostrazione che con il lavoro, l’impegno e la passione si possono superare tutti i limiti. Grazie a lui si pone anche l’attenzione su tutto il settore paralimpico della Liguria. Ci sono tanti ragazzi e tante ragazze che possono trovare nello sport uno strumento di socialità e benessere”.

Per Bocciardo, classe 1994, affetto dalla nascita da diplegia spastica, è il terzo oro personale alle Paralimpiadi. A Rio nel 2016 era arrivato il successo nei 400 metri stile libero. Ma la Paralimpiadi di Tokyo di Bocciardo non è ancora finita. Il 29 agosto sarà impegnato nella batteria dei 100 rana SB4. Il primo settembre nei 50 stile libero S5.

Più informazioni