Santa, G20: due punti tamponi e postazione medica organizzati da Regione e Asl4 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Conferenza

Santa, G20: due punti tamponi e postazione medica organizzati da Regione e Asl4

Per questa funzione sono state impiegate 4 persone, due medici e due infermieri, divisi in 2 squadre.

Panorama Santa

Dall’ufficio stampa di Regione Liguria

La Asl4 del Tigullio, su mandato di Regione Liguria, ha organizzato e sta gestendo due punti tamponi in funzione di prevenzione anti Covid ed una postazione medica avanzata per garantire la sicurezza e l’assistenza sanitaria in occasione della Conferenza del G20 sull’Empowerment femminile in programma domani a Santa Margherita Ligure.

“In Liguria gli eventi proseguono in sicurezza grazie alla collaborazione e all’integrazione di tutte le forze presenti sul territorio – commenta il presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Giovanni Toti – Tutte le istituzioni hanno fatto squadra per garantire la miglior riuscita di un evento di grandissimo rilievo e di enorme prestigio per la nostra regione. In questo modo garantiamo tutela e un pronto intervento per tutti i partecipanti, augurandoci ovviamente di che non ci sia bisogno di entrare in azione”.

I punti tamponi sono stati organizzati in primo luogo all’aeroporto di Genova, nella giornata di oggi, per assicurare alle delegazioni straniere che avevano necessità di fare tamponi questa possibilità in tutta la fascia di arrivo dei partecipanti e fornendo in questo modo le 48 ore di copertura per l’evento. In secondo luogo all’hotel Miramare di Santa Margherita, sede dell’evento, con una area di attesa per i referti. Questo punto sarà attivo anche domani. Per questa funzione sono state impiegate 4 persone, due medici e due infermieri, divisi in 2 squadre.

Presso la sede dell’evento, informato il 118, è stata allestita inoltre una postazione medica avanzata: si tratta di un presidio di tutela composto da ambulatorio mobile, da una ambulanza attrezzata dalla Polizia di Stato e una ulteriore ambulanza della Croce Rossa locale con volontari di Protezione civile.

Nel complesso Asl4 ha messo a disposizione 6 sanitari (4 medici e 2 infermieri), a cui si aggiungono 3 operatori della Polizia di Stato e 3 volontari della protezione civile locale.