Recco: Festa dell'8 settembre, cosa si farà e cosa no - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tradizioni

Recco: Festa dell’8 settembre, cosa si farà e cosa no

L'8 Settembre Recco celebra la festa patronale, ma senza Sagra del fuoco

Madonna suffragio
La festa 2020 al tempo della pandemia

A Recco si sta discutendo e delineando come si potrà celebrare, l’8 Settembre, la festa patronale della Madonna del Suffragio. Per quanto riguarda i riti religiosi poco varierà: esposizione dell’arca della Madonna nel santuario, messa all’Alba, messa solenne e la sera anziché la processione vera e propria, il viaggio dell’arca della Madonna nelle vie della città, non portata a spalla ma spinta su un carretto da due rappresentanti per ogni quartiere con il rettore del santuario don Danilo Dellepiane, l’arcivescovo Marco Tasca se onorerà della sua presenza come lo scorso anno, il sindaco Carlo Gandolfo e la presidente della confraternita del Suffragio Rosa Zerega.

Per quanto riguarda i festeggiamenti civili sembra che non vi siano ancora regole precise per arginare il covid. Tranne Verzemma e Liceto gli altri quartieri sembrano intenzionati ad allestire le tradizionali osterie per offrire specialità gastronomiche agli ospiti e ad eseguire sparate in saluto alla Madonna. Ci sarà anche la Fiera del Suffragio con le bancarelle in via Roma. Non ci sarà la Sagr4a del fuoco vera e propria.

Intanto il Comune ha deliberato di assegnare al Comitato festeggiamenti un acconto di 15.000 euro. Le spese generali di solito si aggirano sui 40.000 euro tra illuminazione, posizionamento transenne, gabinetti chimici, manifesti, compensi ai vigili chiamati di rinforzo.