Camogli: cimitero, il Comune acquista 50 croci e 30 casse - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tumulazioni

Camogli: cimitero, il Comune acquista 50 croci e 30 casse

Si stanno ricollocando in loculi sicuri e disponibili del cimitero di Camogli, i resti delle salme trovate in mare o tolte dai loculi a rischio. Il Comune ha comprato 50 croci in legno

loculi
Parte dei loculi costruiti dopo il crollo

Cimitero di Camogli chiuso dal 22 febbraio quando parte dei loculi crollò a mare trascinando 415 tra feretri, ossari e urne cinerarie. All’interno del camposanto tuttavia il lavoro non è mai cessato, come testimoniano le numerose delibere di giunta o determine dirigenziali pubblicate sull’albo pretorio del Comune.

Dallo scorso 20 luglio sono state sistemate nei loculi disponibili le salme che si trovavano in diverse piane (A1, A2, A3, A6), crollate o rimosse per il timore di altre frane. Dal 5 agosto hanno ricevuto una nuova sistemazione in loculi liberi, i resti che si trovavano nella piana C2.

Durante queste operazioni sono state acquistate “30 cassette ossario zincate necessarie al ricovero dei feretri recuperati o messi in sicurezza”. Il Comune ha anche acquistato cinquanta croci in legno”. Gli  acquisti di ossari in zinco e croci sono stati effettuati presso la società “Essenza” di Brescia con un costo complessivo, tutto compreso, di 1.403 euro.

Lavori anche al cimitero di Ruta con l’installazione di un cancello automatico regolato sugli orari di apertura e chiusura che sarà fornito e sistemato dalla ditta “Elettra Liguria Srl” di Rapallo per complessivi 5.612 euro.