Camogli: mancanza posteggi, la rabbia dei residenti - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Polemiche

Camogli: mancanza posteggi, la rabbia dei residenti

A Camogli il numero dei posteggi riservato ai residenti è inadeguato; ciò nonostante ne fruiscono anche i turisti che alloggiano in strutture ricettive, Esisterebbero altre soluzioni

Scontento dei residenti a Camogli per la inadeguatezza di posteggi loro riservati.

I lavori per la costruzione dei box interrati privati nell’ex scalo ferroviario di Camogli sono in grande ritardo e l’area del cantiere continua a sottrarre posteggi; anche se nei fine settimana lo spazio riservato ai lavori potrebbe essere ristretto, delimitato da transenne, recuperando una decina di posti lasciati a disposizione degli automobilisti. Ma forse questo non è stato neppure chiesto alla ditta che esegue i lavori.

Altro fattore che caratterizza l’estate è la grande affluenza di ospiti; molti arrivano in treno, ma altrettanti in auto e la disponibilità di spazi è davvero limitata. La situazione è aggravata dal fatto che Camogli è l’unico comune che in centro (Via Cuneo, via Bettolo, piazza Matteotti) ignora l’esistenza della zona disco, sia pure limitata a tre o quattro ore; i posteggi sono liberi e le auto non vengono più rimosse per settimane.

Per i residenti gli spazi loro riservati diminuiscono in estate per l’arrivo di chi ha sì la residenza, ma abita altrove. In questi giorni i camogliesi scoprono che negli spazi destinati a loro sostano auto, regolarmente autorizzate, di chi alloggia in strutture ricettive; c’è anche chi è autorizzato a ignorare i divieti relativi alla “zona a traffico limitato”.

In un comune che vive di turismo è ovvio che occorra tutelare anche le strutture turistiche. Ma perché non riservare loro i posteggi di Portofino Vetta e dell’Alega? Trovare in ogni caso soluzioni (ad esempio istituendo la zona disco) che non scontentino i residenti.