Val di Vara: escursione per osservare le stelle cadenti - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tempo libero

Val di Vara: escursione per osservare le stelle cadenti

Proseguono le attività sportivo-culturali sull’Alta Via dei Monti Liguri

Dall’Associazione “Mangia Trekking”

Proseguono in collaborazione con il Comune di Rocchetta di Vara le attività sportivo-culturali sull’Alta Via dei Monti Liguri. L’ultima iniziativa, interamente all’aperto, nella notte delle stelle, si è sviluppata lungo un percorso illuminato dal sole fino a tarda sera. I partecipanti alla proposta dell’associazione Mangia Trekking (a numero chiuso/limitato, come sembra consigliare il momento), hanno attraversato, nelle ore del tramonto, tra gli animali al pascolo, un lungo tratto dell’alta Val di Vara, sul confine con la Lunigiana. La loro meta il Passo dei Casoni, dove ad attenderli vi era una ricca e molto gradita degustazione di piatti tipici della cucina di montagna preparati dall’azienda agricola “I Cacciatori” di Mauro e Mariagrazia Volpi. Sarà stato il sensibile caldo stagionale, il quale avrà sicuramente contribuito, ma essere al fresco, in quei tavoli e panche così particolari, realizzati con tronchi d’albero, nel prato dei Casoni, ha conferito un fascino ancor più importante alla piacevole sosta degli appassionati di questo genere di avventure. Sul far della notte, rimessi gli zaini in spalla ed accesi i lampadini, sulla via del ritorno,  illuminata da una volta celeste piena di stelle, gli  “alpinisti lenti” hanno  potuto vivere una bellissima esperienza. Infatti hanno potuto osservare sotto di loro, le luci dei paesi e dei centri abitati. Il loro sguardo ha raggiunto il mare con le navi “alla fonda”. Mentre quando alzavano gli occhi al cielo potevano “catturare” le saette luminose di scia, prodotte da tante stelle cadenti. Proseguono così, a tutto campo, le attività di Mangia Trekking, che opera per promuovere i territori, e le loro realtà economiche.  Iniziative volte a portare la “lente d’ingrandimento” sulle possibili risorse turistiche, rappresentate dagli ambienti naturali incontaminati.