Chiavari: lutto in città, è mancata Grazia Dallorso - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Lutti

Chiavari: lutto in città, è mancata Grazia Dallorso

"La sua specialità erano i faticosissimi 1.500 metri Stile libero … quelli del nostro Olimpionico Gregorio Paltrinieri tanto per intenderci".

Il decesso di Grazia Dallorso

Da Ernani Andreatta

Oggi Sabato 13 Agosto 2021 è mancata  Grazia Dallorso Pelliccioni Marazzini.  Da molti anni se n’era andato anche il marito Nicola Dallorso. Grazia aveva  un sorriso stupendo dolce e affabile che subito ti riportava al suo nome di battesimo “Grazia”. Vedi foto allegate ritratte all’Accademia dello Stoccafsso nel 2005.  Ho avuto il piacere di frequentarli entrambi per anni quando ero giovane “giovane  giovane” . Negli anni ’50 potevo essere trasportato con l’auto di Nicola, una topolino color blu, quando le auto non le aveva nessuno; anche se  non era un’auto di lusso, affatto, era solo una topolino ma per quei tempi,  quando nessuno aveva l’auto personale  era veramente un  lusso per noi “giovani” .

Poi le strade nostre  si sono divise. Io sono andato all’Accademia Navale per espletare il Militare e poi imbarcarmi sulle navi della Marina Mercantile per raggiungere prestissimo il grado di Comandante. Nicola  ha fatto la sua strada nella posizione in cui l’aveva messo il padre Giovanni, il Commendatore ma ha anche molto amato lo sport velico promuovendo la Coppa Dallorso in memoria del padre Giovanni.

Minolta DSC

Ho frequentato per molti anni la loro bellissima villa in Viale delle Palme e ricordo  le cameriere della casa che mi facevano gustare  torte dolci meravigliose. Ogni tanto vedevo la Mamma, di nome Marta detta “a Miglioni” in genovese e si capisce bene il perché. In tutti gli anni che ci siamo frequentati nessuno della famiglia ha mai ostentato l’agiatezza della quale per le ragioni che tutti sappiamo, godeva. Pertanto è stato un grande onore avere per amico un giovane come Nicola che tra l’altro condivideva con me la passione per il nuoto. La sua specialità erano i faticosissimi 1.500 metri Stile libero … quelli del nostro Olimpionico Gregorio Paltrinieri tanto per intenderci. Ecco Nicola era un po’ il “Paltrinieri” di allora. Poi era veloce anche nei 100 S.L.,  arrivò secondo nella finalissima della Coppa Scarioni Nazionale del 1951  e 200 S.L., vedi staffetta, in cui  è stato campione d’Italia appunto insieme al sottoscritto Ernani Andreatta, ad Aldo Catani e Stelio Ostuni. Insomma con queste poche note vorrei far capire che al di là della loro posizione sociali con la  di Grazia, e a suo tempo di Nicola Chiavari ha perso due personaggi importanti, comunque  due come noi …..

Alla famiglia tutta,  le mie più sentite condoglianze.