Lavagna: anche Fratelli d'Italia contro la diga Perfigli - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Lavagna: anche Fratelli d’Italia contro la diga Perfigli

Anche Fratelli d'Italia si schiera contro il cantiere nella piana dell'Entella per realizzare la diga Perfigli

spianata entella

Da Carla Bo, portavoce Fratelli d’Italia, Lavagna

Con ostinazione e decisione le ruspe sono entrate in azione: l’area di cantiere del 1° lotto degli “interventi di mitigazione del rischio idraulico del Bacino dell’Entella, relativamente al tratto terminale, dalla foce al ponte della Maddalena” (così si legge sul cartello: per noi resta la cosiddetta “diga Perfigli”) è stata velocemente
approntata.
A poco o nulla sono servite le azioni intraprese dai Comitati, dagli Ambientalisti, dalle Associazioni, dai Sindaci dei comuni interessati dal corso dei fiume. Il gioco della burocrazia ha prodotto risultati infelici.

Eppure questo luogo è un SIC, sito di importanza comunitaria; è un’oasi faunistica, è una piana economicamente e socialmente importante, se ne è richiesta la tutela paesaggistica al Ministero dei Beni Culturali tramite la Soprintendenza.

Stupisce la rapidità nella predisposizione del cantiere vicino al ponte della Maddalena: sarebbe auspicabile la stessa decisione e celerità nell’affrontare la preoccupante situazione della foce del fiume.
Impressionante il sopralluogo odierno.
L’alveo del fiume Entella è ampio circa 250 m: è quasi totalmente ostruito da un tappo di sedimenti così consistente da aver creato una vera e propria spiaggia, frequentata e apprezzata da molti, riducendo l’ampiezza dello sbocco del fiume ad uno spazio di circa 4 m.
Le esperienze anche recenti delle numerose alluvioni ci ricordano che fenomeni disastrosi possono accadere improvvisamente; si avvicina la stagione autunnale con piogge spesso rovinose.

Fratelli d’Italia esorta ancora le parti in causa a far prevalere il buon senso: Regione, Città Metropolitana, Comuni, Comitati, Associazioni devono dialogare per trovare una soluzione ragionevole!
Non si dia corso ad un progetto datato, incongruente rispetto alla situazione attuale! Si predisponga l’eliminazione dei sedimenti alla foce per far defluire il fiume!
Desideriamo tutti un’efficace mitigazione del rischio idrogeologico: per questo le ruspe le avremmo preferite altrove….