Rapallo: stasera appuntamento con il Festival Organistico Internazionale - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e spettacolo

Rapallo: stasera appuntamento con il Festival Organistico Internazionale

Concerto del Trio d'archi "Jean Sibelius" e dell'organista Davide Zanasi

davide zanasi
Davide Zanasi

Dall’ufficio stampa di “Rapallo Musica”

XXIII° Festival Organistico Internazionale

“Armonie Sacre percorrendo le Terre di Liguria”

Associazione Rapallo Musica

Martedì 10 agosto 2021

Rapallo (GE)

Oratorio dei Bianchi

(Vicolo della Rosa 11, 16035 Rapallo – Genova)

Ore 21,15: Concerto

Trio d’archi “Jean Sibelius”

Davide Zanasi, organo

Organo Roccatagliata II 1779

ORE 20,30: Concerto di campane

Con Davide Zanasi e il Trio d’archi “Jean Sibelius” martedì 10 agosto sarà possibile ascoltare il prezioso organo storico “Roccatagliata II” (1779) in un programma incentrato su composizioni di diverse epoche e stili che prevede anche l’esecuzione di quattro sonate da chiesa, composte per organo, violino, viola e violoncello da Wolfgang Amadeus Mozart. Il concerto fa parte del XXIII Festival Organistico Internazionale “Armonie sacre percorrendo le terre di Liguria” è promosso come di consueto dall’Associazione Culturale “Rapallo Musica” in modalità itinerante nell’intero territorio regionale. Il concerto si avvale del sostegno economico di Regione Liguria, Comune di Rapallo, Centro Latte Rapallo e Lions Club Rapallo. L’evento sarà preceduto da un concerto di campane. L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. È richiesto il green pass come da normativa vigente.

Trio “Jean Sibelius”

Il Trio d’archi “Jean Sibelius” è formato da musicisti operanti abitualmente all’interno dell’Orchestra “Jean Sibelius” di Rapallo, nata nel 2010 su iniziativa dell’omonima associazione di promozione sociale. I componenti sono Lorenza Vaccaro (violino I), Fabio Francia (violino II) e Lorenzo Fantinuoli (violoncello).

Lorenza Vaccaro, dopo essersi diplomata presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, ha seguito i corsi tenuti da illustri docenti, quali C. Rossi, N. Chumachenko, P. Toso, M. Marin, R. Matacena, A. Flint e B. Senofsky. Ha conseguito il diploma di perfezionamento presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano nella classe di Carlo Chiarappa e successivamente il diploma in Pedagogia della Musica sotto la guida di Anna Modesti. Si è diplomata inoltre in violino barocco sotto la guida di Stefano Montanari presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano. Ha collaborato con numerose formazioni cameristiche e orchestrali e dal 2014 è docente di ruolo presso la scuola secondaria a indirizzo musicale di Genova Pegli.

Fabio Francia ha intrapreso gli studi musicali con Luigi Brusini presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, dove nel 2001 ha conseguito il diploma in viola sotto la guida di Oliviero Ferri. In qualità di violista e violinista ha tenuto concerti in Italia e all’estero con formazioni, quali Il Concento, Il Falcone, l’Orchestra Barocca di Cremona, l’Orchestra Filarmonica Giovanile, la Columbus Orchestra, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice e l’Ensemble Rapallo Musica. È socio fondatore dell’Orchestra “Jean Sibelius” di Rapallo. Si interessa anche alla musica corale: dal 2000 dirige l’ensemble polifonico “Coro et laboro” e dal 2008 il coro femminile “Brinella” per il quale cura l’adattamento e l’elaborazione dei canti.

Lorenzo Fantinuoli, nato a Genova nel 2002, intraprende lo studio del violoncello all’età di sei anni sotto la guida del padre, Antonio Fantinuoli. Si dedica allo studio del repertorio barocco e della prassi esecutiva antica grazie al Corso Internazionale di Musica Antica tenuto dai docenti dell’Ensemble Accademia del Ricercare. Collabora in qualità di violoncellista barocco con numerose formazioni, quali l’Accademia del Ricercare, Ensemble doubleCadence, Orchestra Barocca di Cremona, Ensemble Il Falcone, Ensemble Tripla Cadenza e Ensemble Selva Armonica. Dal 2019 ricopre il ruolo di primo violoncello nell’Ensemble Vox Dogalis di Genova. È fondatore e primo violoncello di Armonia Verticale, ensemble specializzato nell’esecuzione del repertorio barocco su strumenti d’epoca.

Davide Zanasi

Modenese, classe 1990. Organista, clavicembalista, direttore di coro e didatta, ha compiuto gli studi musicali presso i conservatori di Parma e Bologna dove ha conseguito il diploma in organo e composizione organistica (con lode) sotto la guida di Mario Verdicchio, il diploma in flauto nella classe di Aldo Sisillo e il diploma accademico di II livello in direzione di coro e composizione corale (con lode e menzione d’onore) sotto la guida di Leonardo Lollini, discutendo una tesi di ricerca ed edizione critica sul primo libro di mottetti di Geminiano Capilupi (1603). Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento in organo presso l’Accademia di musica per organo di Pistoia e la International organ academy di Haarlem (M. Bouvard, L. Ghielmi, L. van Doeselaar, M. Henking, M. Imbruno, M. Nosetti, J. B. Robin, L. Tamminga, W. Zerer etc.), direzione d’orchestra (D. Agiman, M. Boni, F. Dorsi), direzione di coro (G. Barzaghi, F.M. Bressan, L. Donati, B. Kocsar, P.P. Scattolin), clavicembalo (F. Baroni, A. Fedi), improvvisazione organistica (F. Caporali, F. Danksagmüller, N. Hakim, V. Thévenaz) e canto gregoriano (G. Conti, F. Rampi). Nel 2010, presso il Conservatorio di Parma, ha eseguito la “Petite Messe Solemnelle” di G. Rossini all’harmonium, in occasione della presentazione dell’edizione critica curata da Ph. Gosset.

Nel 2015 è risultato vincitore del primo premio al concorso organistico internazionale “Camponeschi-Carafa”.

In qualità di organista collabora con i principali festival nazionali.

Appassionato da sempre di arte organaria, si adopera per la tutela, la valorizzazione ed il restauro degli strumenti del territorio collaborando come di consulente con case organarie italiane e curando ricerche documentali. Ha affiancato in qualità di accompagnatore al clavicembalo le classi di canto rinascimentale e barocco di Lavinia Bertotti e Romina Basso. È membro del consiglio direttivo dell’associazione amici dell’organo “Johann Sebastian Bach” di Modena.

Dal 2013 è docente di teoria musicale presso le scuole medie “P. Paoli” di Modena nell’ambito del “Progetto Musica”, dal 2016 di organo e composizione organistica presso ’istituto musicale “A. Masini” di Forlì e dall’anno accademico 2018/19 presso l’Istituto superiore di studi musicali “Vecchi-Tonelli” di Modena e Carpi.

Nel 2016 ha curato la revisione dell’oratorio seicentesco San Contardo d’Este (1677) di don A. Ferrari dirigendone la prima esecuzione in tempi moderni.

In veste di direttore ha inoltre al suo attivo il Miserere di T. Traetta, Il ballo delle ingrate di C. Monteverdi e Dido and Æneas di H. Purcell e un cospicuo repertorio corale.

Viene regolarmente invitato in qualità di direttore esterno a collaborare con realtà corali del territorio.

Lavora energicamente alla diffusione della cultura organistica con progetti didattici rivolti ai più giovani. Insieme ad altri cinque studenti provenienti da tutto il mondo, è recentemente stato selezionato dall’Organ Academy di Haarlem come membro della Excellence Class.

Nell’ottobre 2020 ha partecipato in veste di maestro collaboratore alla nuova produzione Dido and Æneas di H. Purcell promossa dal Teatro comunale “L. Pavarotti” di Modena.

Appassionato e conoscitore dell’arte campanaria del territorio modenese, si adopera per la tutela e valorizzazione del patrimonio campanario storico in sinergia con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio.