Chiavari: una laotiana in vacanza nel Tigullio - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Presenza

Chiavari: una laotiana in vacanza nel Tigullio

Zunino si è collegato con la sala della mostra ed ha conversato a lungo con la signora circa i problemi che riguardano quel Paese

Aranya Saighasith è nata in Francia ma è una laotiana, figlia di un ministro della monarchia del Laos, fuggito in esilio in Francia nel 1975, Houmphanh, per sottrarsi al carcere cui era stato condannato dal regime comunista. Questa prestigiosa turista si trova nella nostra città perché ha sposato Paolo Castagnola, un chiavarese che ha conosciuto durante il progetto Erasmus che ha svolto nell’Università di Genova. Ora vivono in Francia e hanno due figli. Aranya non è mai stata nel Laos e ha voluto visitare la mostra di Alessandro Zunino, nella sede della Iat.

Zunino si è collegato con la sala della mostra ed ha conversato a lungo con la signora circa i problemi che riguardano quel Paese; problemi legati alla forma particolare di colonizzazione culturale ed economica che la Cina sta attuando attraverso la costruzione di dighe e ferrovie, infrastrutture inutili per il popolo laotiano ma necessarie all’economia dei Paesi del Sudest asiatico.

I circa 7 milioni di abitanti vivevano soprattutto fra le montagne, che occupano l’80% del territorio, e appartengono a diverse etnie, fra cui la più perseguitata è quella Hmong. Si tratta di un popolo pacifico, incline alla calma e ad una virtuosa lentezza.

 

 

 

 

 

Più informazioni