Lavagna, Fratelli d'Italia plaude Mangiante per la diga Perfigli - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Diga perfigli

Lavagna, Fratelli d’Italia plaude Mangiante per la diga Perfigli

Carla Bo: "riteniamo che tutte le parti contrarie a questo progetto si compattino".

lavagna, diga perfigli

Da Carla Bo, portavoce Fratelli d’Italia Lavagna

Pochi giorni fa anche il Comune di Chiavari ha approvato all’unanimità la delibera con cui recede dall’accordo di programma approvato nel 2013 per la realizzazione della cosiddetta “diga Perfigli”. In questo modo l’amministrazione chiavarese si allinea sostanzialmente a quanto stabilito dai Comuni di Lavagna, Cogorno,
Carasco e Leivi.

Come auspicato -da tempo e da molti- si intravede l’intento di costruire un fronte unitario tra i Comuni interessati, a salvaguardia della salute e della sicurezza dei cittadini mettendo in atto soluzioni adeguate e significative per la mitigazione del rischio idraulico, ma a minor impatto ambientale. Fratelli d’Italia si è sempre schierato dalla parte dei cittadini: da tempo, e in modo trasparente – unitamente al consigliere metropolitano Marco Conti ed al referente provinciale per l’economia Fabrizio Brignole – abbiamo lavorato incontrando Amministrazioni, Comitati e avvocati, facendo sopralluoghi e approfondendo il progetto e la situazione attuale, relazionando e attivandoci in sinergia con il nostro Capogruppo in Regione Stefano Balleari, cercando di tenere alta l’attenzione e sostenendo le richieste dei cittadini.

Per questo ci appare giusto ed apprezzabile l’atteggiamento del Sindaco di Lavagna Gian Alberto Mangiante, che negli ultimi tempi ha affrontato il problema in modo deciso e in tutte le sedi opportune, portandolo all’attenzione di esponenti politici, amministratori locali, giornali e media ma soprattutto interloquendo direttamente con il sindaco metropolitano Bucci e il Presidente della Regione Toti. Noi – Fratelli d’Italia – continuiamo a credere che l’unica strada possibile e ragionevole sia l’ascolto del territorio e delle sue istanze; auspichiamo che si convochino tavoli di confronto tra Regione, Città Metropolitana, Sindaci del territorio, Comitati e Associazioni, per evitare la prosecuzione di un progetto oramai datato e impattante ed affrontare la mitigazione del rischio con azioni mirate e adeguate.

Riteniamo opportuno che tutte le parti contrarie a questo progetto scellerato si compattino e seguano il
Sindaco Mangiante unendo le forze e ponendo le loro energie al servizio dei percorsi che saranno ritenuti
opportuni alla migliore coniugazione dell’ambiente, della sicurezza e della volontà dei cittadini e delle locali
Amministrazioni Comunali. Fratelli d’Italia,schierandosi con i cittadini e per il territorio, si rende disponibile a collaborare concretamente in ogni azione che costituisca un bene per il presente e per il futuro della piana dell’Entella.